Surface

Windows 10 Mobile è ufficialmente morto

Bill Gates ha abbandonato il suo stesso Windows Phone da tempo. HP sta rinunciando alla produzione del nuovo top di gamma equipaggiato Windows Mobile. Finalmente, dopo mesi di silenzio, Microsoft stessa si è arresa: non ci sono abbastanza persone che usano Windows 10 Mobile, o abbastanza applicazioni, da renderlo funzionante.

Il vice presidente di Windows 10 e il capo della divisione “PC-Tablet-Phone” di Microsoft, Joe Belfiore, ha espresso le intenzioni dell’azienda in un tweet. Stando alle sue parole, Microsoft continuerà a supportare Windows 10 Mobile con bug fixes e aggiornamenti di sicurezza, ma nuove features software e hardware non sono “il principale focus” della compagnia.

Microsoft è un’azienda storica nel panorama dei dispositivi portatili. La compagnia americana ha sviluppato software per mobile per più di 20 anni. Iniziò tutto con Windows CE per “assistenti digitali personali” nel 1996, seguito da Windows Mobile nel 2000.

I problemi sono iniziati dopo l’avvento di Apple. Il lancio di iOS ha infatti rivoluzionato il mercato della telefonia mobile – seguita da Google con il suo sistema operativo Android. Secondo le ultime stime, negli US Windows Phone è presente sull’1.3% dei telefoni, successivo solo a BlackBerry (0.3%). Una percentuale che, comparata al 64% di Android e al 34% di iOS, è piuttosto disastrosa.

Joe Belfiore, il capo della divisione Windows 10, ha annunciato ufficialmente l’abbandono del sistema operativo da parte di Microsoft

Microsoft ha anche tentato l’implementazione con Windows per desktop al lancio di Windows 10 Mobile, qualche anno fa. Il sistema fu infatti pubblicizzato come il “everywhere OS”, ovvero un sistema operativo utilizzabile ovunque, in qualsiasi momento, facilitando il passaggio da telefono a PC o tablet.

La vera causa dello scarso successo di Windows Phone è però la mancanza di applicazioni. Belfiore stesso ha ammesso che Microsoft ha provato duramente ad incentivare gli sviluppatori, ma il numero di utenti è sempre stato troppo basso per convincere le aziende ad investire nell’ecosistema.

Se possedete dunque un Windows Phone (o un Windows 10 Mobile) rassegnatevi, la situazione NON migliorerà. Io stesso sono stato un grande entusiasta di Windows Phone ai suoi esordi, e gli avevo dato molta fiducia. Dopo un paio d’anni però la situazione non ha fatto altro che peggiorare: supporto penoso da parte di Microsoft (aggiornamenti alle versioni successive dell’OS mai visti), parco app sempre più scarno e un gap sempre più vistoso con gli altri due sistemi operativi mi hanno costretto ad abbandonarlo.

Via

Autore dell'articolo: Simone Gobbi

Sono un ragazzo di 20 anni, perito energetico. La tecnologia è sempre stata la mia grande passione, e scrivere di tecnologia è il mio hobby preferito in assoluto.