Subaru Evoltis: il SUV elettrico arriva nel 2022

Subaru Evoltis: il SUV elettrico arriva nel 2022

Subaru di solito non è il primo produttore che viene in mente quando si tratta di veicoli elettrici. Il marchio con sede in Giappone è meglio conosciuto per i suoi motori boxer turbocompressi, la trazione integrale simmetrica e le abilità fuoristrada adatte alle famiglie. Tuttavia, tutto sta per cambiare con un crossover completamente elettrico chiamato Evoltis. La Subaru Evoltis è sviluppata in collaborazione con Toyota. Rappresenta la prima vera incursione di Subaru nella scena dei veicoli elettrici. Abbiamo visto un primo prototipo concettuale a gennaio, ma ciò che interessa di più è riguarda la forma che avrà in produzione. Non sappiamo se il SUV rientrerà nella categoria dei compatti, dei medi o dei SUV intermedi.

A prima vista potresti quasi fissare qualcosa da Ingolstadt. La finta griglia esagonale emana un accenno di Audi e la sua firma di illuminazione DRL a occhio di falco è futuristicamente tedesca. Altrove, lo stile sembra un assortimento di rivestimenti a blocchi contrastanti e superfici tese e angolari. Essendo un veicolo elettrico, le ruote possono essere spinte fuori negli angoli più lontani per una posizione atletica. La linea del tetto a contrasto offre un’estetica molto avanzata. Gli specchietti laterali normali sostituiscono quelli basati sulla fotocamera del concept e neanche le finestre senza cornice passano alla produzione.

Sul retro, la vista è monolitica con superficie piatta e vetro del portellone ripidamente inclinato. Le luci posteriori sottili a LED si estendono per tutta la larghezza del portello e scendono verticalmente negli angoli di 90 gradi praticamente senza curve da nessuna parte.

Subaru Evoltis: il SUV elettrico

La Subaru Evoltis siederà sulla spaziosa piattaforma e-TNGA di Toyota (Toyota New Global Architecture) sviluppata in collaborazione con Subaru. La sua flessibilità consente la trazione anteriore, la trazione posteriore e, soprattutto per Subaru, la configurazione a trazione integrale. Anche se non abbiamo ancora visto gli interni, aspettati le ultime novità in fatto di infotainment e connettività.

Sicuramente troverai display touchscreen dominanti, ricarica wireless, Android Auto e Apple CarPlay. Non è noto se l’Evoltis utilizzerà Eye-Sight X di Subaru o la suite di assistenza alla guida Safety Sense (TSS 3.0) di Toyota. In ogni caso, potremmo vedere almeno la guida semi-autonoma di livello 3 come optional. I rapporti indicano che l’architettura e-TNGA è in grado di ospitare pacchi batteria che vanno da 50 kWh a 100 kWh. Consentirebbe all’Evoltis di raggiungere un’autonomia di 300 km per il pacchetto da 50 kWh e 599 km per la variante da 100 kWh.

Dal punto di vista delle prestazioni, aspettati circa 215 CV per la variante base a doppio motore e 402 CV per la configurazione a doppio motore ad alte prestazioni. Quest’ultimo sarebbe una combinazione fantastica per aggiornamenti rapidi ad una versione STi.

Via

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Studente di ingegneria meccanica, appassionato di tutto ciò che riguarda i motori, la tecnologia e la musica