Come scegliere la giusta scheda SD

Le schede SD e micro SD sono probabilmente le forme di archiviazione esterna più utilizzate dai produttori e più conosciute dagli utenti. I campi di applicazioni sono molto numerosi e includono smartphone, tablet, machine fotografiche, droni e molto altro. Tuttavia sul mercato sono presenti numerose tipologie di schede SD, che possono creare confusione negli utenti meno esperti. Per questo motivo, in questo articolo fornirò alcune linee guida per scegliere la giusta scheda SD.

Le dimensioni della scheda SD


Sul mercato è possibile trovare numerosi tagli di memoria, da alcuni a centinaia di GB; vediamo quindi quali sono le scelte migliori. Nel caso vogliate utilizzare la scheda SD per salvare solo qualche centinaio di foto, allora potrete accontentarvi anche di una da 8GB, ma il mio consiglio è invece spendere qualcosina in più per una da 16 GB. Nel caso la mole di foto sia considerevole e vogliate salvare anche qualche breve video, la scelta minima è una scheda da 32GB. Infine, se registrate molti video da salvare sulla scheda SD, avrete bisogno di una scheda da 64GB o più.

Vi invito a leggere le specifiche del vostro dispositivo, per controllare la capacità massima supportata.

Classificazione per prestazioni

Attualmente le schede SD possiedono 3 scale di classificazione, tutte ricollegabili alla velocità di lettura e scrittura.

La classificazione in classi prevede 4 valori: Class 2 (C2) da 2MB/s, Class 4 (C4) da 4 MB/s, Class 6 (C6) da 6 MB/s e Class 10 (C10) da 10 MB/s. In particolare si parla di velocità minime in scrittura.

Troviamo poi la classificazione UHS, che si ricollega anch’essa alla velocità di scrittura. Troviamo schede U1, con velocità di scrittura minima di 10 MB/s, e schede U3, con velocità di scrittura minima di 30 MB/s.

Recentemente, è stata introdotta una terza classificazione, basata sulla velocità discrittura, ma in relazione alla registrazione di video, chiamata quindi Video Speed Class. I valori sono, al momento, 5: V6 (6 MB/s in scrittura), V10 (10MB/s in scrittura), V30 (30MB/s in scrittura), V60 (60 MB/s in scrittura) e V90 (90 MB/s in scrittura). L’introduzione di questa nuova scala di classificazione risulta essere molto utile, poiché, precedentemente, due schede SD avrebbero potuto avere entrambe rating C10 (massimo valore della scala), ma offrire velocità in scrittura molto diverse (per esempio, la prima 11 MB/s e la seconda 50 MB/s), dato che si parla di valore minimo.

Questi dati possono tuttavia risultare poco comprensibili dagli utenti inesperti, che non riescono ad avere un’idea del significato delle velocità. A questo proposito vi riporto un’utile tabella, creata sulla base di quella proposta dalla SD Association. Nel caso la classificazione Video Speed Class sia assente, vi invito a leggere le velocità riportate sulla confezione e confrontarle con la tabella sottostante.

Come scegliere la giusta scheda SD

Personalmente vi consiglio di acquistare, in ogni caso, una scheda SD certificata almeno Classe 10, per evitare di creare un collo di bottiglia sui dispositivi più moderni.

Via

Stefano Pizzamiglio

Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: