always-pc

Personal Computer: vendite in calo, ecco i dettagli

Personal Computer, continua il calo verticale delle vendite

Personal Computer in crisi. E’ questa la sentenza che anche nel 2018, ha posto questo dispositivo all’angolo, rispetto ad altri prodotti tecnologici. Settimo anno consecutivo in calo per il mercato mondiale dei personal computer, che ha concluso l’anno appena trascorso, con consegne giù del’1,3%. Si è infatti scesi a quota 253 milioni di unità. A testimoniarlo sono i dati preliminari forniti dagli analisti di Gartner. Essi hanno messo in evidenzia un crollo addirittura del 4,3% nel quarto trimestre. Nei due trimestri precedenti, invece si era registrata una crescita, devo le ma comunque positiva.

Le ragioni di una discesa inesorabile

AppleP

A incidere negativamente, spiegano gli esperti, una carenza di processori che ha fatto si che la domanda (o meglio la richiesta) sia diminuita. Decisive anche le incertezze politiche ed economiche di alcuni Stati importanti, compresi anche gli States, dove la stessa ha gravemente pesato sulle Pmi. Tra le aziende che comandano la classifica, la cinese Lenovo che si è riappropriata della vetta. Nel 2017 la aveva ceduta alla statunitense HP. Bene anche l’ottima Dell, mentre Apple ha chiuso l’anno in calo, anche a causa dell’elevato costo del prodotto. Lenovo l’anno scorso ha commercializzato 58,5 milioni di Personal Computer, facendo segnare un incremento di circa il 6,9% su base annua. HP, con 56,3 milioni di unità, ha invece messo in mostra un aumento del 2,1%. In crescita anche Dell, in terza posizione con la vendita di 41,9 milioni di Pc (+5,3%). Le prime tre aziende insieme sono in grado di sfoggiare quasi i due terzi (63%) dell’intero mercato.

I numeri della Apple

Fuori dal podio è finito Apple, che nel 2018 ha consegnato solo 18 milioni di computer, una cifra che ha fatto registrare un calo del 5% su base annua. Al quinto posto Acer, con 15,7 milioni di Pc, scalza Asus, che si ferma a 15,3 milioni. Entrambe le aziende sono in flessione: Acer a-7,9% e Asus a -13,5%.

Autore dell'articolo: Marco Tavolacci

Avatar