Galaxy A9, tutto quello che c’é da sapere

Samsung A9 e la quadrupla fotocamera

Samsung ha annunciato l’uscita di Galaxy A9, uni smartphone che potrebbe segnare un solco importante nella storia del mercato del settore. La vera novità è la presenza di una quadrupla fotocamera posteriore che supera la tripla fotocamera messa in bella mostra dal Huawei P20 Pro che in precedenza aveva sorpreso un po’ tutti. Tutte posizionate sul lato posteriore del telefono comprendono: una fotocamera principale da 24 MPX, un super teleobiettivo con uno zoom ottico 2X da 10 MPX, un ultra grandangolo a 120 gradi da 8 MPX e un sensore di profondità di campo da 5 MPX. Questo consente di poter fare fotografie davvero molto interessanti, davvero un qualcosa di mai visto fino ad ora. Una vera e propria dimostrazione di forza fotografica a tratti impressionante, per un telefono con quattro occhi che non si era mai visto.

Galaxy Note 9

Cosa riescono a fare quattro sensori?

Secondo gli ottimi tecnici coreani, i quattro obiettivi sono in grado di mettere a disposizione dell’utente delle prospettive prima inconcepibili. Ad esempio è possibile utilizzare lo zoom ottico 2x sia da vicino che da lontano e contemporaneamente usare l’obiettivo ultra-grandangolare . L’obiettivo di profondità promette di ottenere un effetto superiore al passato grazie alla funzione di messa a fuoco live. Ancora l’obiettivo principale da 24 MP, è in grado di ottenere risultati migliori, sia in termini di luminosità che di dinamica dei colori. Questi saranno più nitidi e ben definiti rispetto alle fotocamere degli smartphone che hanno preceduto il Samsung A9. Per meglio comprendere le enormi potenzialità di queste quattro fotocamere, sarà utile analizzare, studiare ed utilizzare la fotocamera dell’A9.

Caratterisriche tecniche

Il Galaxy A9 ha un display da 6,3 pollici e 1080 x 2220 pixel, 6GB di RAM, processore Octa Core e 128 GB di memoria interna espandibili fino a 512 GB, e sarà disponibile a partire dal mese di novembre al prezzo di 629 euro. Tre i colori a disposizione, Caviar Black, Lemonade Blue e Bubblegum Pink .

Autore dell'articolo: Marco Tavolacci