Qualcomm farà la prima rete 5G del mondo

5G Super novità: arriva la prima telefonata

La nuova frontiera della 5G

La tecnologia 5G, quella del prossimo futuro, sta iniziando a prendere forma. Dovrebbe segnare la nuova rivoluzione, nel settore della tecnologia e delle comunicazioni. Navigare su internet, e scoprire il mondo del web, sarà differente. Tutto avverrà ad una velocità superiore, con una riduzione notevole dei cosidetti “tempi morti”. Sulla nuova tecnologia che stanno lavorando tutti….le compagnie telefoniche e non solo.

La prima telefonata in rete 5G

Zte ha infatti fatto in grande annuncio. Ha dichiarato di aver realizzato, insieme all’operatore mobile China Unicom, la prima telefonata al mondo su reti 5G. Tutto è avvenuto utilizzando le reti di telecomunicazione di quinta generazione. Quest’anno, per ciò che concerne tali reti, è atteso un grande lancio commerciale, che interesserà numerose città del pianeta. La prima chiamata, per la precisione, è stata fatta a Shenzhen, in Cina, usando il prototipo di smartphone 5G di Zte. Insomma i cinesi continuano ad essere all’avanguardia. Grazie a Huaweii e non solo, stanno dando un grande impulso Al mercato del settore, mettendo in grandi difficoltà giganti come Apple e Samsung.

Smartphone 5G

Prova superata

Dopo i test effettuati nello scorso novembre nel proprio centro di ricerca, Zte conferma il primato sullo sviluppo della nuova tecnologia. Il superamento di questa prova, ha dato modo di verificare e testare anche altri servizi. Tra questi menzionamo, la chiamata vocale di gruppo sulla applicaziine denominata Wechat, i video online e la navigazione web. Questo é stato dichiarato dalla stessa ZTE, tramite il proprio ufficio stampa.A livello meramente tecnico, si tratta del primo test commerciale al mondo in cui viene effettuata una chiamata conforme allo standard “Rel-15 3GPP” del 5G. La modalità utilizzata e denominata Nsa (“non-standalone”, cioè con la rete 5G supportata dall’infrastruttura 4G esistente), consente, in via sperimentale di testare la rete. La nuova tecnologia prende forma.

Autore dell'articolo: Marco Tavolacci

Avatar