Mi A2

Xiaomi Mi A2, la nostra Recensione Completa

Andiamo oggi a scoprire il nuovo Xiaomi Mi A2, secondo Smartphone di Xiaomi con a bordo Android One, ovvero la versione Stock del sistema operativo made in Google. Il Mi A2 è il successore dell’ottimo Mi A1, che molto successo ha avuto lo scorso anno. Quest’anno abbiamo due versioni differenti, quello normale e il Lite che poi vedremo in seguito.

Recensione Xiaomi Mi A2

Unboxing

Ovviamente iniziamo dalla confezione che riporta, oltre al nome del dispositivo, anche il logo ANDROID ONE sul lati. All’interno troviamo, oltre ovviamente allo smartphone:

  • Caricatore Quick Charge
  • Cavo Dati Usb -> Type-C
  • Cover in Silicone 
  • Spilla per estrarre il carrello sim
  • Adattatore Type -> Jack Cuffie da 3,5″
  • Manualistica Rapida

Insomma una confezione davvero completa, in cui spicca l’adattatore per il Jack delle Cuffie, che è il grande assente in questo Mi A2 rispetto al Mi A1 che invece ne era dotato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dimensioni e Scheda Tecnica

Una volta preso in mano quello che stupisce di questo prodotto è lo spessore veramente ridotto. Le dimensioni sono infatti 158,7 x 75,4 x 7,3mm di spessore, per un peso di soli 168 grammi. Lo scotto da pagare, per lo spessore così ridotto, è una elevata sporgenza della doppia fotocamera posteriore, che lo rendono veramente molto instabile quando appoggiato su superfici piane.

Dentro la scocca, ovviamente con il retro non removibile, troviamo:

  • Processore Qualcomm Snapdragon 660
  • GPU Adreno 512
  • 4 Gb di Ram
  • 64 Gb di Memoria Integrata
  • Display 5,99″ IPS LCD con 403 ppi di densità
  • Doppia Fotocamera Posteriore 12 + 20 Mpx entrambe F 1.75
  • Fotocamera Anteriore 20 Mpx F 2.2
  • Wi-Fi
  • Bluetooth 5.0
  • Batteria 3010 mAh

Una scheda tecnica molto equilibrata, in cui spicca la mancanza dell’NFC, chip che al giorno d’oggi sta acquisendo sempre più importanza.

Display

Come detto il Display di questo Mi A2 è un classico IPS e, come tutti gli schermi Xiaomi, soffre un pò agli ampi angolo di visuale e per i neri non profondi.

Ma a conti fatti ci troviamo di fronte ad un buon pannello, che non crea nessun tipo di problema nell’uso quotidiano e, sopratutto, si vede bene anche all’aperto sotto la luce del sole.

Fotocamera

La doppia fotocamera posteriore, 12 + 20 Mpx, ci consente di realizzare ottimi scatti. Certo, non siamo a livello dei migliori cameraphone del 2018 ma l’obiettivo, visto anche il prezzo di vendita di molto inferiore, non è certo quello.

Con tanta luce abbiamo scatti veramente molto soddisfacenti mentre, con scarsa luce, le foto sono un pò impastate e con rumore visibile. Ma giocando un pò con le impostazioni manuali, e con alcuni dettagli, è possibile anche di sera riuscire a fare scatti soddisfacenti.

Come Gira

Sotto questo punto di vista nessun problema da segnalare. Lo Snapdragon 660 fa davvero bene il proprio lavoro. Le app si aprono in un tempo ragionevolmente veloce, davvero difficile notare lag o rallentamenti di sorta, grazie anche ai 4 Gb di Ram.

Anche il sistema operativo, quell’Android One che ovviamente è ripulito da tutte quelle app che possono rallentare lo smartphone, compie il suo ruolo in questo campo.

Batteria

Uno dei pochissimi punti deboli di questo Xiaomi Mi A2. Dato lo spessore ridotto l’azienda ha dotato questo prodotto di una batteria da 3010 mAh. Nell’uso quotidiano questo si fa sentire abbastanza, e si traduce in una durata davvero poco soddisfacente.

Nel mio uso stress (1 ora di chiamate al giorno – 300/400 Whatsapp – 2 ore di Navigazione Web – 1 Ora di Youtube) alle 18 la batteria arriva in riserva ed è necessaria una ricarica. Ovviamente con un utilizzo meno intenso si riesce ad arrivare a sera, ma non è uno di quegli Smartphone che ci fa stare tranquilli da questo punto di vista.

Ovviamente il caricatore rapido in questo caso è davvero utile, visto che ci fornisce tanta carica in pochi minuti.

Conclusioni

A conti fatti i PRO di questo dispositivo sono molti più dei CONTRO. E’ un prodotto che è adatto e consigliato a tutti coloro che vogliono un terminale rapido, veloce, fluido, e che non vogliono spendere un capitale per uno smartphone del genere.

Anche coloro che vogliono uno Xiaomi, ma non amano la MIUI, possono optare per questo prodotto che, a conti fatti visto che si trova online a meno di 200€, è veramente un affare.

Autore dell'articolo: Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.