Recensione lampada Aukey a batteria da 3W

Devo ammettere che i prodotti che più mi piacciono dell’immenso catalogo Aukey sono le lampade prodotte dalla compagnia cinese. Ce ne sono di tutte le dimensioni, piccole, grandi, da studio o da comodino, ognuna con le sue caratteristiche e comodità. Scopriamo insieme la lampada da tavolo più compatta di Aukey.

Confezione e contenuto

La confezione è come al solito la classica di Aukey: si tratta di un cartone ecologico al cui interno troviamo tutto il necessario per far funzionare subito la lampada. Troviamo infatti la lampada Aukey ben imballata, un cavo microUSB per caricare la batteria, un libretto di istruzioni e la garanzia Aukey di 2 anni. L’unica cosa che manca è un alimentatore, che Aukey avrebbe potuto includere nella confezione per evitare di utilizzare, ad esempio, quello del telefono se la batteria è scarica. Problema facilmente aggirabile con un minimo di accortezza nei tempi di utilizzo.

Funzionalità e dettagli

Ho utilizzato questa lampada Aukey per qualche giorno e non posso che affermare che svolge egregiamente il suo lavoro. Si tratta di un’ottima lampada compatta, che ho utilizzato principalmente per studiare e per utilizzare il PC. Partiamo dal punto di forza principale: la mobilità. Abbiamo tra le mani infatti un prodotto veramente piccolo e leggero, trasportabile ovunque in giro per la casa senza alcun problema. Se ne ho bisogno, ad esempio, in cucina, posso semplicemente prenderla e metterla dove mi è più comoda, senza bisogno di cavi o alimentatori.

Per quanto riguarda la luce prodotta, si tratta di una lampada appunto compatta, quindi non aspettatevi riflettori da stadio. Sulla base della lampada sono presenti due tasti: uno per accenderla/spegnerla e regolare la luminosità e l’altro per accendere il LED colorato posto inferiormente. Partiamo dal primo: premendolo una volta si accenderà la lampada, premendolo altre due la luminosità aumenta, premendolo una quarta volta si spegnerà. Il secondo tasto serve invece per avere una luce LED di riferimento, magari di notte, lieve e colorata. La luce comunque sarà fredda, comoda per studiare ma che può affaticare la vista se utilizzata per molto tempo col buio.

Conclusioni

Per concludere, mi sento di consigliare questa lampada Aukey a chiunque cerchi un prodotto a basso prezzo, comodo e portatile. La batteria ha una durata di molte ore anche se tenuta accesa costantemente, quindi dovrete solo ricordarvi di caricarla ogni tanto, ovviamente in base all’utilizzo che ne fate. Personalmente, la carico circa una volta a settimana, giusto per evitare che si spenga mentre la uso. E’ un peccato che non sia incluso un alimentatore in confezione, ma solo un cavo microUSB: vi ruberà dunque uno slot nel vostro caricatore. In generale, per 19€, consigliata.

Gallery

Link per l’acquisto

Link Amazon

Simone Gobbi

Sono un ragazzo di 20 anni, perito energetico. La tecnologia è sempre stata la mia grande passione, e scrivere di tecnologia è il mio hobby preferito in assoluto.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: