app apple

Ipad, tante novità in arrivo

Introduzione

Ritorna il MacBook Air, che da tempo non vedeva una vera e propria rivisitazione. L’Air fa una sorta di corsa sulle più importanti novità, che poi ha progressivamente introdotto Apple su iPhone, iPad e anche su MacBook. A partire dal display aretina notiamo il primo restyling; si nota infatti un design ancora più minimale rispetto al passato, con cornici più sottili fino al 50%. La diagonale dello schermo è di 13,3 pollici, e quindi superiore rispetto a prima, anche grazie all’eliminazione della cornice. Sono presenti due porte USB-C e l’ingresso per le cuffie. Pesa anche meno del precedente.

Il riconoscimento touch ID

Come sistema di riconoscimento c’é l’introduzione del sistema touch ID, che su iPhone giunse con il modelo 5S nel 2013, per poi successivamente sbarcare su MacBook nel 2017. A garantire la sicurezza delle informazioni personali il chip T2, lo stesso del MacBook.

iPad Pro

Il nuovo MacBook Air monta un processore Intel Core i5 di ottava generazione, che supporta fino a 16 giga di ram e fino a 1,5 Tera di memoria di archiviazione su SSD, insomma caratteristiche molto importanti per un dispositivo di questo genere. Per ciò che concerne il si parte con quello da 128 GB che costa 1.380,00 euro, mentre quello da 256 GB ha un prezzo di 1.630,00 euro. Sarà interessante valutare il contributo che potrà dare alle vendite dei Mac, proprio in un’ottica rivolta ai costi. Rispetto al debutto che avvenne nel 2013, il MacBook Air era rivoluzionario, presentava un design innovativo e un peso inferiore agli altri, ma costi forse troppo elevati, adesso la tendenza è cambiata visto che adesso esistono anche diversi Pc portatili Windows con un costo di circa 1.000,00 euro. Apple ha inoltre lanciato un nuovo Mac Mini i nuovi iPad Pro. Due modelli da 11 e 12,9 pollici., con processore A12X Bionic, lo stesso dei nuovi iPhone XR. Oltre al processore, dagli iPhone viene ereditata anche l’interfaccia, si registra infatti l’addio al famoso tasto home, con la sostituzione del Face Identification, ossia il riconoscimento facciale per lo sblocco del Tablet, quello dei pagamenti e altro ancora.

 

Autore dell'articolo: Marco Tavolacci