Xiaomi Mi A2 - Modding

Xiaomi Mi A2 e il modding: sblocco bootloader e root

Xiaomi Mi A2 è il successore del famoso Mi A1, un dispositivo di Xiaomi che prometteva un buon hardware ed aggiornamenti costanti grazie al suo software basato Android One e che si collocava nella fascia media per il suo prezzo contenuto. Amato dal modding quasi fin da subito, ha ricevuto diverse ROM e diversi porting non ufficiali di software interessanti come Treble, che non è mai arrivato ufficialmente nel dispositivo.

Anche Xiaomi Mi A2 ha ricevuto lo stesso supporto da parte degli sviluppatori e piano piano si potranno installare diverse ROM su di esso, grazie soprattutto a Treble. Innanzitutto è già possibile sbloccare il bootloader ed installare Magisk, il gestore per il root. TWRP, la recovery custom, si trova ancora in un ramo altamente instabile e a causa della mancanza di ROM complete per il dispositivo, attualmente non è nemmeno utile.

 

Moddiamo Xiaomi Mi A2

Sbloccare il bootloader

Prerequisiti

Sbloccare il bootloader è molto semplice. Saranno necessari:

  • ADB e Fastboot – Come installare correttamente ADB e Fastboot su Windows | Linux/Mac?
  • Un backup di tutti i dati contenuti nel dispositivo, dopo lo sblocco lo smartphone si resetta.
  • Mi Flash Unlock per i driver;
  • Xiaomi Mi A2 con almeno il 40% di ricarica: se si dovesse scaricare durante l’installazione sarebbe un guaio.

Procedura

  • Attivate le Opzioni sviluppatore toccando 7 volte Numero Build (si trova in Info sul telefono). Aprite le opzioni sviluppatore e abilitate Debug USB.
  • Collegate il dispositivo al PC, quindi estraete il contenuto dalla zip contenete Mi Flash Unlock.
  • Eseguite il programma miflash_unlock.exe, quindi cliccate su Agree e nella schermata di login toccate invece l’ingranaggio in alto.
  • Nella schermata apparsa cliccate su Check nella seconda voce e confermate di voler installare i driver.
  • Aprite il Prompt dei Comandi (click destro + Shift, poi cliccate su Apri finestra PowerShell/Prompt dei Comandi qui).
  • Eseguite il comando adb devices che restituirà il codice seriale del dispositivo connesso e lo stato della connessione. Se appare unauthorized, dovete abilitare la connessione al dispositivo, dando conferma al messaggio che appare sullo smartphone.
  • Eseguite il comando adb reboot bootloader per riavviare in modalità fastboot.

    fastboot xiaomi mi a2

  • Una volta avviato in modalità fastboot, eseguite il comando fastboot oem unlock .
  • Confermate di voler sbloccare il bootloader del vostro dispositivo tramite i tasti volume ed infine lo smartphone si resetta e si riavvia.

Installare Magisk

Prerequisiti

Procedura

  • Scaricate ed installate come APK sul vostro dispositivo Magisk Manager.
  • Riavviate in modalità Fastboot (eseguite il comando adb reboot bootloader dal vostro PC).
  • Estraete il contenuto del pacchetto per l’installazione di Magisk ed entrate nella cartella “ROOT XIAOMI MI A2 MAGISK 16”, contenente la versione stabile dell’app.
  • Collegate il dispositivo al vostro computer ed eseguite “ROOT AUTO”  che si trova all’interno della cartella.
  • Dopo aver finito di installare patched_boot, necessario a Magisk per funzionare, eseguite un altro file che si trova all’interno della cartella, “REINICIAR REBOOT”
  • A questo punto il vostro Xiaomi Mi A2 si riavvia: aprite l’app di Magisk e verificate che il root sia attivo.

 

Conclusioni

Un dispositivo con Android One è sempre molto semplice da modificare e molto presto molte GSI, Generic System Image, ovvero firmware generici compatibili con parecchi dispositivi grazie a Treble, saranno compatibile e funzioneranno perfettamente anche con Xiaomi Mi A2.

Per dubbi o problemi scriveteci nell’area commenti e non dimenticatevi di seguire i nostri canali Telegram.

TechnoBlitz Modding               TechnoBlitz Canale Ufficiale

Fonte: XDA

Sblocco Bootloader
Root

 

Autore dell'articolo: Gabriele Meli

Mi chiamo Gabriele Meli. Studente allo scientifico e amante della tecnologia in generale, mi interesso principalmente del modding su android e dell'installazione di sistemi operativi su PC, ma anche in generale di tutto ciò che riguarda PC, smartphone e tablet, sebbene anche i videogiochi prendano una buona fetta del mio tempo libero.