Sony

Sony Xperia XA1 Ultra, la nostra recensione completa!

Grazie a TechnoBlitz e a Sony ho avuto la possibilità di provare per diversi giorni questo smartphone dalle dimensioni piuttosto elevate. Andiamo a scoprirlo insieme nella recensione completa.

Sony Xperia XA1 Ultra

Presentato durante il MWC di quest’anno a Barcellona insieme al top di gamma della società XZ Premium e agli XZs e XA1, questo smartphone dalle grandi dimensioni si colloca nella fascia media del mercato sia per quanto riguarda le prestazione che il prezzo.

Materiali, design e touch-and-feel

Come per tutti gli smartphone del produttore nipponico, è presente il classico design OmniBalance. Per chi non lo sapesse, il design nei Sony è spesso simile (se non uguale) in molti modelli, differenziandosi per pochi dettagli. Quest’ultimo ha due sezioni, superiore ed inferiore, in cui sono alloggiati: fotocamera anteriore da 16 megapixel, sensori di prossimità e luminosità e capsula auricolare superiormente mentre sul lato inferiore solamente il microfono.

Questo smartphone è realizzato in più materiali: sul retro troviamo del comune policarbonato (che trattiene le ditate), al lati troviamo l’alluminio. Nonostante sia di grandi dimensioni il peso è abbastanza contenuto: 188 gr.

Al tatto il device è piuttosto gradevole ma assolutamente scomodo: le dimensioni, infatti, si fanno sentire e risulta difficile utilizzarlo agilmente con una sola mano.

Ai lati, sopra troviamo il secondo microfono e il jack da 3,5 mm, sul lato destro il bilanciere del volume e il tasto accensione/spegnimento, nel lato inferiore troviamo l’ingresso di tipo C e l’altoparlante di sistema mentre sul lato sinistro troviamo il carrellino per la nano sim e la microSD.

Display

Una delle componenti più interessanti è il display: il pannello è da 6 pollici in definizione FullHD (1920*1080 pixel) con una discreta densità (408 ppi). É piuttosto leggibile anche in presenza di tanta luce a patto che sia ben pulito (trattamento oleofobico, almeno sul prodotto provato, scarso). La taratura dei colori è appena sufficiente ma è comunque possibile fare alcune modifiche grazie alle personalizzazioni di Sony. Buoni gli angoli di visione fino a angolature estreme.

Presente, per migliorare la qualità dell’immagine, una sezione in cui si può scegliere tra migliorare l’immagine (di foto e video) o attivare una modalità super-vivid per incrementare l’intensità e la vivacità dei colori. Oltre a ciò, è possibile anche bilanciare a proprio piacimento il bianco.

 

Processore e memoria

In linea con la fascia di mercato a cui appartiene, questo Xperia XA1 Ultra ha il discreto SoC Mediatek MT6757 Helio P20 octa core (clock a 2,3 GHz) con GPU Mali T880 MP2. A muovere il tutto, 4 GB di RAM con 32 GB di memoria interna ulteriormente espandibile tramite microSD.

Come detto nella recensione video, le prestazioni sono abbastanza buone ma non eccelse: di tanto in tanto è possibile imbattersi in rallentamenti e surriscaldamenti nella parte posteriore in concomitanza con il processore.

Fotocamera

Fiore all’occhiello di questo smartphone, le fotocamere sono di buona qualità. La posteriore, da 23 megapixel f/2.0, scatta bene con buona luce e un po’ meno bene con il calar del sole. HDR poco marcato, non risulta particolarmente efficace.

Molto buona anche la fotocamera anteriore da 16 megapixel f/2.0 dotata anche di stabilizzazione ottica dell’immagine. Le foto riescono bene con buona luce, meno bene con poca luce. Entrambe sono dotate di flash.

Buoni, anche se manca il 4K, i video di entrambe le fotocamere con definizione massimo in FullHD.

Per i risultati della fotocamera rimando alla Gallery al fondo.

Batteria

Appena ho letto delle dimensioni della batteria mi è preso lo sconforto: 2700 mAh per uno smartphone con display da 6 pollici (FullHD)! Durante i classici giorni di utilizzo ho avuto modo di ricredermi: nonostante la batteria non sia capientissima, i risultati sono stati piuttosto buoni. Le ore di display, indice di durata per molti, hanno oscillato tra le 4h 30min e le 5h 30 min. Considerando giornate mediamente intense, si raggiungono le 5 ore di display attivo senza grosse preoccupazioni. C’è comunque da ammettere che, non essendo un gran videogiocatore, i valori indicati potrebbero uscirne ridimensionati con uso intenso di giochi pesanti che richiedono un frame rate elevato.

Eccezionali, come sempre, le modalità di risparmio energetico previste da Sony: stamina e ultra-stamina rendono benissimo e lo smartphone consuma davvero poco!

Software

Classico e ben fatto il software a bordo dei dispositivi della casa nipponica. L’interfaccia è praticamente stock con piccole aggiunte da parte del produttore che non appesantiscono minimamente.

Come da “regola” Sony, device aggiornato (al momento vi è Nougat alla versione 7.0) con previsto anche l’arrivo di Oreo nel prossimo futuro. Patch, al momento, ferme ad Agosto.

Interessanti le features come la modalità ad una sola mano, il controllo controluce smart e la modalità multiwindows.

Conclusioni

Questo Xperia XA1 Ultra mi ha sorpreso sul alcuni aspetti e deluso su altri: ha diversi aspetti degni di nota (speaker audio, fotocamere con buona luce, software semi-stock) ma altri sicuramente no. Tra di essi, vista la grandezza del dispositivo, la batteria (solamente 2700 mAh) e il SoC, buono ma non paragonabile a quelli proposti per la stessa fascia di prezzo da Qualcomm.

Il prezzo di lancio è stata un’altra mazzata: 400€ è un salasso per un prodotto che non offre più di quanto fanno altri device esteticamente più belli e soprattutto più prestanti. Ora, ad oggi, il prezzo è sceso intorno ai 300€ ed è un prezzo interessante per chi ha necessità di un grande display.

Gallery

Autore dell'articolo: Simone Quaglia