Recensione Sony Xperia XA2: un buon medio gamma dalle grandi potenzialità

Oggi scopriamo insieme Sony Xperia XA2, l’ultimo semi compatto annunciato da Sony in gennaio 2018. Uno smartphone che si piazza nella fascia media del mercato, sia per quanto riguarda le prestazioni generali sia per quanto riguarda il prezzo. Ecco la recensione completa di Technoblitz.it.

In fondo all’articolo trovate la recensione video.

CONFEZIONE E CONTENUTO

All’interno della confezione troviamo lo smartphone, un cavo da 1 metro USB – Type C e un caricatore che esce a 1.5A che carica la batteria da 3300 mAh in circa un’ora e un quarto. Confezione tipica, comunque abbastanza completa, tranne che per le cuffiette: non so se nella versione per la stampa non sono presenti o Sony ha deciso di non metterle in confezione.

MATERIALI, DESIGN E TOUCH AND FEEL

Per quanto riguarda i materiali di questo Sony Xperia XA2 ci troviamo di fronte ad uno smartphone veramente ben fatto. Troviamo un bellissimo vetro stondato anteriormente con tecnologia Gorilla Glass 4, quindi resistente a graffi e urti. Il frame posteriore laterale è in un bellissimo alluminio satinato: la versione da me in prova è quella azzurra, una colorazione davvero elegante e raffinata. Secondo diversi siti, posteriormente è presente un pannello in plastica ma che onestamente mi sembra più alluminio. Frontalmente abbiamo il logo Sony nella parte superiore insieme ai sensori di luminosità e prossimità e ad una notevole fotocamera anteriore grandangolare. Mi piace molto il design della capsula auricolare, incastonata nell’angolo superiore e praticamente invisibile.

Sul retro abbiamo la fotocamera singola posteriore con LED Flash, sotto alla quale è presente un sensore di impronte che funziona bene ma non benissimo (direi 7 volte su 10). I lati superiore e inferiore sono molto squadrati, tipico di Sony, e forse un po’ troppo spessi: superiormente troviamo secondo microfono e jack da 3.5mm, mentre inferiormente abbiamo porta USB Type C, l’altoparlante mono e il microfono principale.

Tutti i tasti sono sul lato destro del dispositivo: troviamo il bilanciere del volume, il tasto (forse un po’ troppo piccolo) di sblocco e un comodissimo tasto per scattare foto, che non vedevo dai tempi dei Lumia. In generale, le dimensioni piuttosto compatte (142x70x9.7mm) rendono questo Sony Xperia XA2 comodo da portare in giro e usare con una mano: il peso è invece piuttosto notevole, 171 grammi. In generale, il grip è buono grazie agli angoli smussati ma non troppo, ma l’alluminio posteriore lo rende estremamente scivoloso se usato senza cover e appoggiato su qualche superficie. La fotocamera è leggermente sporgente e quindi più soggetta a graffi.

In generale quindi, materiali e costruzioni promossi, anche se il design è un po’ anacronistico. Display 16:9 con tasti a schermo, design molto squadrato e spessore importante (quasi 1 cm) lo rendono affascinante ma non esattamente innovativo. Questa è ovviamente la mia opinione personale.

Voto: 7.

DISPLAY

Il display di Sony Xperia XA2 è un 5.2 pollici con tecnologia LCD IPS, in formato 16:9 con una risoluzione di 1920×1080 pixels. La densità di pixel è di 424 ppi, quindi nessun pericolo di vedere pixel sgranati a occhio nudo. Si tratta di un ottimo pannello per essere un LCD. Ho particolarmente apprezzato la possibilità di modificare manualmente il colore del display, tramite una griglia RGB: si può modificare a piacimento il bilanciamento di rosso, verde e blu e ottenere la configurazione che più ci piace. E’ inoltre possibile scegliere tra tre modalità di colore: standard, cool e super vivid (il mio preferito).

Complessivamente lo schermo viene promosso a pieni voti: si vede bene, la risoluzione è alta, i colori sono incredibilmente naturali, la luminosità è sufficientemente alta, si possono regolare i colori a piacimento. La luminosità automatica funziona bene e si legge bene anche sotto la luce del sole: soprattutto, ho notato che quando la si spara al massimo i colori non sbiadiscono, ma rimangono belli saturi.

Una scelta invece che ho trovato assurda e insensata da parte di Sony è la mancata implementazione della Night Mode. Ogni smartphone al mondo ha infatti la possibilità di attivare un qualche tipo di protezione occhi, rendendo il display giallastro per poter usare il device anche al buio senza rovinarsi la retina. Evidentemente, gli ingegneri Sony non stanno mai al buio, e hanno deciso di rimuovere questa possibilità.

Tranne per la night mode assente, voto: 9.

PROCESSORE E MEMORIA

A bordo di Sony Xperia XA2 troviamo il Qualcomm Snapdragon 630, processore medio gamma successore dell’ottimo Snapdragon 625, tutt’ora utilizzato su numerosi smartphone. Si tratta di un processore veloce, dinamico e affidabile, in particolare poco energivoro. E’ un octa-core clockato a 2.2 GHz che fa girare il telefono davvero fluidamente, senza impuntamenti o rallentamenti vari. Con certe applicazioni particolarmente pesanti come Facebook (penso sia la peggior applicazione sul Play Store) ha qualche incertezza, ma esattamente come ogni altro smartphone medio gamma.

L’usabilità quotidiana è ottimale: il software di Sony è praticamente stock e la fluidità è sempre stato uno dei suoi punti forti. Non avrete alcun tipo di problema anche in situazioni particolarmente stressanti. La memoria RAM è da 3GB, mentre la memoria interna è da 32GB. La RAM è sufficiente per tenere 4 o 5 app piuttosto pesanti in memoria, oltre le quali il sistema operativo le chiude automaticamente. Comunque, usabilità assolutamente soddisfacente. Ho notato qualche leggera scattosità nelle animazioni. Probabilmente colpa di qualche ottimizzazione mancante, spesso le animazioni risultano sgranate e scattose. Niente di compromettente, ma piuttosto fastidioso alla vista.

Per quanto riguarda gli aggiornamenti, siamo al top. A bordo troviamo Android 8.0 Oreo, con le patch di sicurezza di marzo 2018 arrivate qualche giorno fa. Sony si conferma ancora una volta come uno dei migliori produttori in assoluto per tempestività degli aggiornamenti. Il software è Android quasi stock, con qualche piacevole personalizzazione di Sony.

Voto: 8.

BATTERIA

Personalmente, da questo Sony Xperia XA2 mi aspettavo qualcosa di più in termini di autonomia. A bordo troviamo una batteria da 3300 mAh, che dovrebbe essere piuttosto capiente (sicuramente più della media Sony). Invece, mi ha un po’ deluso: non sono mai riuscito a superare le 4 ore e mezzo di display. Assolutamente sufficienti per arrivare  a fine giornata, ma essendo tanto decantata pensavo mi portasse ad almeno 6 ore.

Intendiamoci bene, si tratta di sottigliezze: il 90% degli utenti riesce ad arrivare a sera tranquillamente con 4 ore e mezzo di display, come io stesso faccio. L’utilizzo che ne ho fatto è stato stress: nessun tipo di risparmio energetico, con WiFi, 4G e GPS sempre attivi. Con qualche accortezza in più probabilmente si arriva tranquillamente a 5 ore e mezza di schermo acceso. E’ presente la modalità Stamina, un risparmio batteria proprietario di Sony che permette di prolungare notevolmente la durata della batteria senza compromettere l’utilizzo dello smartphone.

Voto: 7 e mezzo.

TELEFONO E RETE

Per quanto riguarda ricezione e qualità del segnale, sfatiamo un mito. Ho letto più di una volta nelle varie community Sony lamentele riguardo alla ricezione di questo Sony Xperia XA2: personalmente, non ho mai avuto alcun problema di ricezione. Premetto che utilizzo Vodafone, operatore con cui è praticamente impossibile rimanere senza rete: anche in treno, nonostante i cambi cella repentini, non ho mai perso la connessione e non mi sono mai ritrovato a fissare le tacchette in attesa di qualche segno di vita come faccio con gli smartphone cinesi senza banda 20.

Anche l’audio in capsula è buono, si sente forte e chiaro, fin troppo. Tenendolo al massimo mi facevano addirittura male le orecchie.

Assolutamente promosso, voto: 9.

FOTO, VIDEO E AUDIO

Passiamo al vero punto di forza di questo Sony Xperia XA2, ovvero il comparto fotografico. La fotocamera posteriore è davvero impressionante: si tratta di una 23MP con apertura focale f/2.0, un sensore praticamente impossibile da trovare su uno smartphone top di gamma. Le foto sono nitide, pulite, estremamente dettagliate e luminose. L’interfaccia della fotocamera è ricchissima di opzioni e altamente personalizzabile. I colori sono naturali e fedeli: anche in modalità completamente automatica (punta e scatta) le foto appaiono strabilianti. Anche al buio, grazie all’apertura piuttosto bassa, le fotografie catturano molta luce, riproducendo fedelmente il soggetto o l’ambiente che si vuole immortalare. Un modulo fotografico impossibile da trovare su uno smartphone medio gamma: Sony si riconferma un pioniere della fotografia su smartphone.

Anche il sensore fotografico anteriore mi ha incredibilmente sorpreso, per un motivo ben preciso. Troviamo un’enorme fotocamera da 8MP con apertura f/2.4, ma con un plus da tenere in considerazione: è grandangolare. Grazie a questa feature, Sony Xperia XA2 ci permette di scattare selfie spettacolari, grazie all’effetto fisheye del sensore grandangolare. La risoluzione elevata inoltre è la ciliegina sulla torta per un comparto fotografico letteralmente al top. Trovate tutte le foto da me scattate nella gallery in fondo all’articolo.

Per finire in bellezza, parliamo di comparto video: Xperia XA2 permette di registrare (dalla fotocamera posteriore) video in 4K a 30 fps, 1080p a 30 e 60 fps e in 720p a 120 fps. Mi dispiace per i fanatici del 4K (che proprio non comprendo), ma ho apprezzato molto di più i 120 fps a risoluzione bassa. Niente da dire per i video in 4K e FullHD: stabilizzatore ottico buono, risoluzione elevatissima, qualità video di alto livello. Ma mi è piaciuta soprattutto la possibilità di registrare in 720p a 120 fps: la fotocamera Sony ha integrato un tool che permette di registrare video in slowmotion. Dopo averli registrati a 120 fps, possiamo scegliere come e quando ridurre il framerate, da 1/2 fino a 1/8: l’applicazione è estremamente user friendly e permette di creare montaggi davvero spettacolari. Trovate un esempio sempre qua sotto.

Voto: 10.

GIUDIZIO FINALE

Per concludere, mi sento di consigliare questo Sony Xperia XA2 a chi cercasse un ottimo smartphone compatto. Le dimensioni sono molto ridotte, il peso è piuttosto elevato ma perfettamente bilanciato. Per quanto riguarda il design, si tratta di gusti personali: a me personalmente non piace particolarmente, ma ai fan del design squadrato e minimale questo XA2 farà impazzire. Con un software aggiornatissimo, un buon display e una buona batteria, un comparto fotografico fuori dall’ordinario e per un prezzo di circa 300€ su Amazon non posso che consigliarlo, sia ai fan Sony sia non.

Voto finale: 8 e mezzo.

GALLERY FOTOCAMERA

RECENSIONE VIDEO

Simone Gobbi

Sono un ragazzo di 20 anni, perito energetico. La tecnologia è sempre stata la mia grande passione, e scrivere di tecnologia è il mio hobby preferito in assoluto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: