Recensione Acer Predator Helios 300

Acer Predator Helios 300: un notebook  da gaming che pesa meno di 3kg, grazie al suo sistema di raffreddamento AEROBLADE 3D che, per alcuni puó sembrare un po rumoroso, mantiene il portatile relativamente fresco anche dopo una lunga sessione di gioco.

Design e caratteristiche

Devo sottolineare come Acer Predator Helios 300 é un notebook da gioco più sottile rispetto ad altri modelli della concorrenza da gaming esso misura 390 mm x 270mmx 25mm . Il nuovo sistema di raffreddamento Aeroblade 3d espelle efficacemente il calore.

La qualitá costruttiva é buona anche se un computer dal prezzo di listino superiore ai 1000 euro avrei preferito la predominanza di materiali costruttivi nobili come il metallo. La scocca é composta principalmente dalla plastica sulla parte inferiore e in quella superiore da alluminio spazzolato. Se fosse stato impiegato solo alluminio il portatile sarebbe stato di certo piú pesante ma di certo ancora più accattivante di quello che già é. Altre feature che avremmo voluto vedere su questo dispositivo è un sensore d’impronta digitale, vista la portabilità del dispositivo avrebbe assicurato maggior sicurezza per la protezione dei dati dell’utente.

Le componenti del portatile sono abbastanza interessanti abbiamo una CPU della famiglia Kabylake intel i7 7700HQ un chip grafico della serie Nvidia Geforce GTX 1060 con 6 GB di memoria VRAM. Il processore della serie Kabylake i7 7700HQ non é propriamente una CPU da gaming ma ha delle buone prestazioni sui portatili con un buon rapporto efficienza/prestazioni. Un quadcore che supporta Hypertrading con frequenza di clock base di 2,8 GHz che in turbo boost arriva a 3.8 GHz.

Il test di Cinebench R15 ci ha aiutato a testare le prestazioni del processore sotto sforzo qui sotto troverete i risultati.

 

L’unita display é uno schermo IPS FULL-HD 1920×1080 pixel di risoluzione, opaco che permette una buona visione anche in luoghi aperti. A completare le specifiche tecniche abbiamo una SSD M2 da 128 GB é un HDD tradizionale per archiviazione dati da 1 terabyte. Si può accedere facilmente ai compartimenti RAM e secondo slot d’archiviazione per una manutenzione futura senza smontare completamente il case.

I 16gb di RAM DDR4 sono ottimi come configurazione base ma possono essere espansi fino a 32 gb .

Connettività

Le porte presenti su Acer Predator Helios 300 sono distribuite tra i due lati. Abbiamo in totale 4 porte USB ( due delle quali sono USB 2.0). Visto l’assenza dell’unità ottica avremmo preferito che lo spazio inutilizzato per l’alloggiamento di essa fosse stato impiegato per predisporre ulteriori porte USB.

La cosa che abbiamo apprezzato é la porta USB 3.1 type C posizionata tra HDMI e la porta RJ-45.

In generale la connettività fornita risulta sufficientemente buona ma avremmo preferito che anche quelle sul lato destro del portatile fossero dello standard 3.0 piú veloce.

Tastiera

La tastiera di Acer Predator Helios 300 G3-572-763V é una tastiera Chiclet. I tasti sono opachi e abbastanza comodi per gli utenti che utilizzano il portatile per scrivere. Molto comoda per la digitazione a 10 dita, grazie alla grandezza dei tasti. Essi sono grandi 15×15 e sono retroilluminati di rosso.

La corsa dei tasti é buona e la digitazione dei tasti restituisce un buon feedback. I tasti W, A, S, D che fungono da tasti di navigazione nei giochi fps , sparatutto, hanno un contorno rosso piú evidente. La retroilluminazione della tastiera puó essere disattivata manualmente mediante tasto FN+ f9 ma non può essere modificato il colore.

Touchpad

Il design del touchpad ricalca lo stile del portatile avendo la stessa combinazione di colori dominanti. La superficie del pad é nera con contorni rossi ed è cliccabile.

Il touchpad é sufficientemente grande 10,7 x 7,8 cm. La navigazione risulta essere semplice grazie alle gesture stile trackpad iMac.

Display

La qualità dell’immagine é buona, l’opacità dello schermo permette di lavorare all’aperto visto la buona luminosità del pannello. Il pannello presenta le tipiche angolazioni di uno schermo IPS. Il nero non é assoluto e tende al grigio su angolazioni estreme. Nell’uso quotidiano questo non va ad alterare in negativo la fruizione dei contenuti dal portatile. Quest’ultime sono sottigliezze che solo a nerd puntigliosi potrebbero dare fastidio.

Prestazioni

La versione di Acer Predator Helios 300 da noi provata é dotata di un intel core i7 7700HQ molto veloce assicura buone prestazioni di gioco in combinazione con la Nvidia GTX 1060. La GPU suddetta ha un architettura simile alla versione desktop ma con un clock operativo inferiore di fabbrica anche se con i software in dotazione Acer e possibile un pó di overclock.

Giochi moderni come Gears of Wars 4, World of tank, World of warship, Forza motorsport, Assasin’s creed The Origins, Owerwatch girano tutti con dettagli medio alti. Dopo tante ore di gioco si arriva ad una temperatura di picco max inferiore ai 75 gradi della Gpu e di 70 gradi per la CPU.

Segnaliamo che quando il device non ha bisogno di potenza grafica la GPU integrata del processore in 2D Intel HDGraphics 630 si occupa dell’output delle immagini, ciò porta un notevole risparmio di batteria ed efficienza nei consumi.

Il sistema suddetto Nvidia Optimus permette lo switch tra le due schede grafiche senza che l’utente se ne accorga.

Abbiamo riscontrato un problema se colleghiamo uno schermo esterno che supporta la risoluzione 4K il dispositivo non permette di riprodurre correttamente i giochi. Nessun titolo attuale può essere riprodotto su schermi a così alta risoluzione a causa dei limiti della scheda grafica, bisogna almeno avere una GTX 1070 a tal scopo quindi virate su altri portatili se vi è necessaria questa funzionalità.

In modalità normale le ventole di raffreddamento non funzionano quasi per niente e non sono udibili dall’utente. Al contrario in gaming sono abbastanza rumorose le due ventole di raffreddamento AEROBLADE 3D. Il rumore generato a pieno regime dalle ventole é di 50 db sotto carico max che ad alcuni può sembrare fastidioso.

Durante lo stress test abbiamo avuto una temperatura media del case non superiore ai 70 gradi senza avere fenomeni di thermal throttling durante le sessioni.

Conclusioni

Per chi sta cercando un computer da gaming portatile con un budget superiore ai 1000 euro consigliamo l’acquisto. La Nvidia Geforce GTX 1060 in combinazione con CPU Intel core i7 7700HQ offre prestazioni di gioco più che discrete in mobilità. Asus Predator Helios 300 G3-572-763V permette di riprodurre i giochi attuali in FULL-HD con dettagli medio-alti. I giochi girano spesso fluidi anche se impostati su dettaglio alto. Lo trovate su store amazon ad un prezzo tra i 1100 e i 1500 euro all’epoca della recensione.

Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: