F1 2018: la recensione completa

F1 2018: la recensione completa

F1 2018 è il videogioco ufficiale del Campionato Mondiale di Formula 1 2018 ed è sviluppato da Codemasters, una software house britannica. Dopo una attenta prova, vi proponiamo la recensione completa di questo videogioco, uscito a fine agosto 2018. Il capitolo 2018 del franchise di Codemasters si presenta al pubblico come un gioco caratterizzato da un elevato realismo; venite a scoprire se le aspettative sono state soddisfatte.

F1 2018: modalità di gioco

Carriera

La modalità Carriera rappresenta uno dei punti di forza di F1 2018. In questa modalità è possibile creare un pilota personalizzato e partire nell’avventura del Campionato Mondiale di Formula 1 2018, con una delle 10 scuderie disponibili. Per ogni Gran Premio si possono disputare tre turni di prove libere, in cui è possibile provare il circuito, l’assetto e altri aspetti della vettura. I programmi di prova garantiscono punti utili per migliorare la propria vettura. Successivamente è possibile disputare le qualifiche e, infine, gareggiare. Per quanto riguarda la gara, è possibile selezionarne la durata, da un minimo di 5 giri, fino alla durata reale. L’impostazione predefinita del 25% della durata reale sembra essere la migliore opzione per avere un buon margine di rimonta, in caso di situazioni avverse, senza però far diventare la gara troppo lunga. Con questa opzione le gare durano dai 20 ai 30 minuti.

I weekend di gara sono saltuariamente intervallati da eventi facoltativi, in cui è possibile affrontare sfide su auto d’epoca, un altro cavallo di battaglia di F1 2018. Gareggiando è possibile ottenere punti ricerca e sviluppo, che servono a sviluppare le prestazioni e la resistenza della vettura. Ogni tanto è inoltre possibile rinegoziare il contratto con la scuderia scelta, in base al proprio valore, che aumenta con i successi, ma diminuisce in caso di piazzamenti insufficienti o squalifiche.

Un altro interessante aspetto della Carriera sono le interviste, che consentono di delineare la personalità del proprio avatar. Peccato che le risposte siano solo scritte, ma non pronunciate dal proprio personaggio.

Altre modalità giocatore singolo

F1 2018 offre anche altre modalità in giocatore singolo. Si può infatti disputare un singolo Gran Premio o un Campionato intero, scegliendo un pilota reale. Il Gran Premio può essere disputato anche con una delle numerose auto d’epoca, da quelle degli anni 70 e 80, fino a quelle più recenti, dei primi anni 2000. Non manca poi la possibilità di disputare prove a tempo sui singoli circuiti.

Multi-giocatore

F1 2018 presenta anche un’interessante modalità multi-giocatore, nella quale è possibile competere, nei singoli Gran Premi, con altri giocatori online. Questa modalità risulta essere molto divertente, ma meno adatta a chi cerca solo l’aspetto simulativo, a causa dei molti incidenti. Il sistema di match-making è veloce e non ho riscontrato problemi di lag durante la gara.

Realismo, interfaccia di gioco e qualità grafica

Realismo di guida

La guida risulta essere piacevole sia per i principianti che per i più esperti. Infatti è possibile partire con una configurazione molto basilare, con molte impostazioni in automatico e molti aiuti, fino ad arrivare a una configurazione completamente manuale. Il comportamento dell’automobile rispecchia fedelmente la realtà, con, per esempio, tempi migliori in caso di gomme nuove, oppure con una riduzione della facilità di controllo in curva, in caso di danno all’ala anteriore.

Prima di ogni gara è possibile modificare l’assetto dell’auto, scegliendo tra 5 configurazioni predefinite, oppure creandone una personalizzata, modificando non solo la resistenza aerodinamica, ma anche la ripartizione della trazione o della frenata e molto altro. Ad aggiungere realismo troviamo l’usura non solo delle gomme, ma anche del motore e del cambio, che devono essere sostituiti dopo un certo numero di gare. Per quanto riguarda le gomme, F1 2018 presenta tutta la gamma Pirelli, dalle Hypersoft alle Hard, per quanto riguarda le gomme da asciutto, e dalle Intermediate alle Wet, per quanto riguarda le gomme da bagnato.

Realismo ambientale

F1 2018 offre un elevato realismo anche nelle condizioni metereologiche. Per i singoli Gran Premi è possibile selezionare il tipo di meteo desiderato, mentre nella Carriera il meteo risulta dinamico. Con precipitazioni che possono diventare anche intense, come quelle di un temporale, il meteo risulta essere determinante nella strategia di gara e nel comportamento della vettura.

Interfaccia di gioco

Il nuovo F1 2018 presenta diverse visuali per il giocatore, sia esterne che interne alla vettura. Nel caso di visuali esterne le informazioni di guida, come velocità, RPM e marcia innestata, sono mostrate in sovra-impressione, mentre nelle visuali interne sono mostrate direttamente sul volante.

F1 2018 presenta un interessante menù rapido, che consente di modificare, durante la gara, aspetti della vettura, come l’ERS o la miscela, e di visualizzare l’usura e la temperatura dei componenti dell’automobile. Un altro menù simile, consente invece di comunicare con i box, chiedendo informazioni o modificando la strategia di gara. Tuttavia, proprio in questi due menù risiede uno deli aspetti meno convincenti dell’interfaccia di gioco. Infatti non è presente alcun sistema in grado di rallentare o fermare l’azione, per consentire di interagire in modo efficace con i menù. Il giocatore deve quindi guidare e, contemporaneamente, scegliere la giusta opzione dall’elenco che appare. Questo problema è più evidente nel caso del menù di comunicazione con i box, dato che presenta moltissime opzioni e si chiude automaticamente dopo pochi secondi.

Apprezzabile è invece il sistema di replay istantaneo e flashback, che consente di rimediare agli incidenti o alle manovre sbagliate, tornando indietro nel tempo. Sicuramente non realistico, ma prefetto per chi si vuole divertire senza volere un’esperienza completamente da simulatore di guida reale.

Qualità grafica e stabilità del gioco

La qualità grafica di F1 2018, anche su console, è molto elevata, soprattutto per quanto riguarda la vettura. Come già anticipato, le condizioni meteorologiche sono rese in maniera molto realistica. Non ho mai riscontrato particolari bug nella visualizzazione grafica. Il gioco risulta tendenzialmente molto stabile. Solo in un caso, dopo averlo lasciato molto tempo in pausa, si è chiuso fornendo un messaggio di errore.

Conclusioni e prezzo

F1 2018 rappresenta il videogioco perfetto per gli amanti del mondo automobilistico, che vogliono cimentarsi con un gioco che raggiunge un livello incredibile di realismo. Naturalmente è adatto, in particolare, per gli amanti della Formula 1. Nonostante la forte vocazione di simulatore, più che gioco, F1 2018 è perfetto anche per i meno esperti, grazie al gran numero di aiuti attivabili.

La versione di F1 2018 per PS4 e XBOX One si può trovare online, su Amazon, a circa 60 euro. Diverso è invece il caso della versione per PC, che viene infatti proposta a circa 50 euro. Naturalmente, con il passare del tempo, i prezzi potrebbero variare. Il prezzo risulta interessante, se si considera la qualità del gioco.

 

Autore dell'articolo: Stefano Pizzamiglio

Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.