Bosch, un app trasforma lo smartphone nella chiave dell’auto

Si chiama Perfectly Keyless, la nuova app inventata da Bosch. Permette di avere sempre a portata di mano le chiavi dell’auto.

Il nuovo sistema è stato ribattezzato Perfectly Keyless. Appunto l’evoluzione dell’avviamento Keyless. E’ possibile utilizzare lo smartphone per bloccare, sbloccare le portiere e persino avviare il motore. Purtroppo il sistema non si potrà montare in aftermarket, ma solo un sistema che Bosch proporrà ai costruttori automobilistici. I quali lo installeranno sui modelli futuri.

Come funziona?

Il sistema si presenta molto semplice. Scaricata l’app sul proprio smartphone, si collega la propria auto all’app generando una chiave di sicurezza abbinata al blocco digitale del veicolo. Passando per un collegamento wireless, i sensori di bordo individuano lo smartphone collegato. Che una volta entrato in un raggio di 2 metri sblocca le portiere automaticamente. A quel punto si attivano le regolazioni personalizzate preimpostate, come la posizione del sedile o dello specchietto. Per avviare l’auto è necessario toccare il pulsante di start/stop, e una volta giunti a destinazione e scesi dalla vettura saranno sempre i sensori a rilevare la oltre distanza di 2 metri e quindi le portiere si bloccheranno.

In caso di smarrimento?

In caso di smarrimento dello smartphone, Bosch ha previsto un sistema di blocco della chiave digitale da remoto. Infatti si potrà accedere al sito con le credenziali personali, bloccando l’accesso sia alle persone autorizzate sia a terzi. E collegare un nuovo dispositivo con una nuova chiave di sicurezza. Nell’attesa è possibile comunque utilizzare la chiave tradizionale. Per sfruttare il sistema Keyless l’auto deve essere equipaggiata con sensori di prossimità e un unità di controllo, installati ovviamente dal costruttore automobilistico.

Dare la chiave ad eventuali altri guidatori?

Trasformando lo smartphone in una chiave digitale , diventerebbe difficile consentire alle altre persone di utilizzare il veicolo a meno di non prestare il dispositivo. Il sistema consente di generare altre chiavi di sicurezza personalizzate, da inviare tramite Cloud agli smartphone desiderati. Su cui deve essere già installata l’applicazione. Allo stesso modo è possibile gestire veicoli diversi concedendo e bloccando digitalmente l’accesso agli utenti. Fissando limiti geografici o temporali. Ottima opzione per le aziende di autonoleggio, car sharing o di aziende in generale. Usufruendo del Cloud o dell’app per ottenere le chiavi dei veicoli.

 

FONTE lastampa.it

Autore dell'articolo: Daniele Saitta

Ciao sono Daniele. Volontario presso Croce Rossa Italiana e appassionato di motori in generale, passando metà del mio tempo libero a giocare alla Playstation e condividendo il tutto su TechnoBlitz!