Star Wars Battlefront II: rischio pay-to-win

Star Wars Battlefront II è il secondo capitolo della serie di videogiochi, sviluppati da DICE e pubblicati da Electronic Arts, basati sul famoso franchise di George Lucas. Il titolo completo è atteso per il 17 novembre 2017 e, quindi, in un periodo di acquisti in vista delle festività natalizie. Tuttavia, il videogioco potrebbe essere caratterizzato dal pay-to-win, ovvero dei vantaggi, per chi acquista contenuti aggiuntivi a pagamento.

Star Wars Battlefront II


A quanto pare, le micro-transazioni e il pay-to-win stanno raggiungendo anche i titoli tripla A per console e PC, non limitandosi quindi ai giochi per smartphone e tablet, nei quali sono ormai un must. Se, fino a poco tempo fa, le micro-transazioni, nella maggior parte dei titoli tripla A, offrivano solo la possibilità di acquistare oggetti interessanti, ma superflui ai fini della vittoria nel gioco, con Star Wars Battlefront II e altri titoli, come Forza Motorsport 7, la situazione potrebbe cambiare.

Le Star Cards e le micro-transazioni

Infatti le nuove micro-transazioni avranno effetti anche sulla facilità con cui il giocatore potrà sconfiggere gli avversari, assumendo quindi la funzione di pay-to-win. I giocatori meno esperti potrebbero quindi spendere dei soldi, per avanzare nel gioco, senza fare fatica. In particolare, in Star Wars Battlefront II le casse a pagamento, oltre alle classiche personalizzazioni estetiche, conterrebbero anche le Star Cards, ovvero delle carte abilità. Grazie a queste carte, il giocatore riceverebbe diversi vantaggi in battaglia, come una diminuzione della vulnerabilità o una diminuzione del tempo necessario per poter ricaricare le abilità speciali. Inoltre, le Star Cards possono salire di livello, utilizzando i doppioni.

Nella versione beta di Star Wars Battlefront II, che è stata rilasciata nelle scorse ore, queste casse sono acquistabili solo con i crediti del gioco. Tuttavia, nella versione finale, è molto probabile che siano acquistabili anche con soldi veri. Sebbene il costo in crediti delle stesse sia piuttosto contenuto, tramite le micro-transazioni, se ne potrebbero acquistare molte di più, per poter far salire di livello le Star Cards.

Il timore dei giocatori di Star Wars Battlefront II è quindi la possibilità che il titolo si trasformi, in poco tempo, in un pay-to-win. In questo caso, i giocatori non disposti a pagare, potrebbero ritrovarsi in difficoltà, nei combattimenti contro altri giocatori, che invece hanno sborsato discrete quantità di denaro.

Via

Stefano Pizzamiglio

Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.