Samsung Galaxy S9: recensione miglior cameraphone 2018

Samsung Galaxy S9 ha un comparto hardware molto avanzato anche se l’esigua RAM mi fa storcere un po il naso solo 4GB non permetteranno un utilizzo fluido a mio avviso nel lungo periodo. Altro comparto non di livello per un top di gamma offerto sopra i 500 euro è l’autonomia non all’altezza. La certificazione IP 68 come sulle precedenti versioni è una features non da poco che permette al device di essere adatto a tutte le situazioni.

Design e qualità costruttiva

Il design gradevole anche se non c’è stato un rinnovamento dalla precedente versione rimane ancora attuale ed elegante. Lo spessore di soli 8.4 mm permette a questo Samsung Galaxy S9 di avere una buona ergonomia ed uso ad una mano fantastici grazie anche alla curvatura del vetro anteriore e posteriore. Inoltre da notare che sono stati migliorati alcuni aspetti del design della precedente versione il frame in alluminio nero opaco ora è più pronunciato e permette una più agevole impugnatura grazie all’effetto scalino della cornice laterale tra i due pannelli in vetro. Il lettore è stato posizionato sotto alla fotocamera, andando a risolvere il problema che si poteva riscontrare in precedenza sul Galaxy S8 (di andare erroneamente a confondersi e sbloccare il device coprendo la lente della fotocamera posteriore a causa della disposizione affiancata del sensore d’impronte). Dopo 10 giorni di uso la parte posteriore in vetro ha dei micro graffi derivanti dall’utilizzo del device senza cover questi si notano solo in controluce. Per chi vuole mantenere il device senza graffi consiglio una cover.

Display

Il display rappresenta uno dei migliori panneli da 5.8 pollici con una risoluzione di 1440 x 2960 pixel WQHD+ con tecnologia SuperAMOLED che puó essere scalata in full-hd+ 2220 x 1080o pixel oppure hd + 1480*720 pixel. La temperatura colore può essere personalizzata dal menu impostazioni in: “schermo adattivo”, “cinema amoled”, “foto amoled”, “di base”. Abbiamo il 3d touch sul tasto centrale oltre che il solito Always On display di Samsung.

Hardware

Sotto l’aspetto hardware Samsung Galaxy S9 ha predisposto un SOC proprietario Samsung, Exynos 9810 (Simile allo stesso SoC prodotto sempre da Qualcomm lo Snapdragon 845), GPU Mali G72 MP18, 4GB di Ram. La memoria interna è da 64Gb espandibili con file system UFS 2.1, la sim da inserire nello slot é di tipo nano, esiste anche una versione Dual-SIM. Per quanto riguarda il lato connettività Samsung Galaxy S9 ha un comparto di ottimo livello: bluetooth 5.0, modulo LTE-A Pro Cat 18 (4G)(1200/150 Mbit/s) che permette di effettuare chiamate in alta definizione tramite il VOLTE, Gps coadiuvato con Galileo e Glonass trova subito il segnale. Lo sblocco misto dell’iride e facciale funziona bene ma non è fulmineo quanto il sensore d’impronte digitali che al contrario è molto veloce. L’audio di questo smartphone è fantastico esce in modalità stereo finalmente ( combinando capsula auricolare e altoparlante posto nella parte bassa del frame laterale. La gamma di frequenza riprodotta viene suddivisa gli alti vengono riprodotti dalla capsula auricolare, i medi e bassi dall’altoparlante. Unico difetto di questo device la poca dotazione RAM potrebbe essere un problema e con aggiornamenti futuri e con utilizzo quotidiano il device potrebbe rallentare.

Le chiamate sono buone sia in capsula che in viva-voce sono buone sentirete l’interlocutore molto bene.

Sistema

Il sistema è personalizzato dal produttore rimane uguale a quello di Galaxy S8 ricco di funzionalità: possibilità di personalizzare il sistema tramite Temi, le app in finestra, o ridotte a pallino, oltre ad avere la possibilità di settare area personale che ci permette di preservare alcuni file da occhi indiscreti, modalità doppio account per whatsapp, e altri social. Altre novità a livello software è la modalità di pagamento contactless Samsung Pay utilizzabile tramite NFC. Inoltre abbiamo la possibilità di usare gli stessi accessori presenti l’anno scorso con Galaxy S8 la DEX una dock che trasforma il device in un computer mediante l’ausilio di uno schermo e il Gear VR visore che permette di usufruire della piattaforma di realtà virtuale. Abbiamo a bordo Android 8.0 con le patch di sicurezza aggiornate al 1 Aprile.

La navigazione in internet risulta veloce e fluida mai un impuntamento sia con browser Samsung proprietario che con browser Google Chrome. In Gaming va egregiamente bene.

Autonomia

La batteria non é a livello degli altri top di gamma per una 3000 mAH non permette di avere sufficienti garanzie di autonomia e arrivare a sera. Anche se vi è il supporto alla ricarica rapida con alimentatore in dotazione e la base di ricarica senza fili del produttore coreano (anch’essa rapida). Con un utilizzo intenso dovrete ricaricare il dispositivo prima di cena.

Fotocamera

Il punto forte di questo smartphone é la multimedialità grazie all’innovativa fotocamera da 12 megapixel con lente ad apertura variabile F1.5-F2.4 che garantisce ottime foto in tutte le condizioni la candidano ad essere il miglior camera phone del 2018. I punta e scatta sono fantastici il software della camera sceglierà quale focale usare fra f/ 1.5 e f/2.4, in caso di meno di 100 lux passera alla maggior apertura in modalità pro si può scegliere quale focale utilizzare. La f/2.4 restituisce scatti più definiti ma la f/1.5 è imbattibile senza luce fa degli scatti fantastici andando a sacrificare un po’ di definizione ma risulteranno più luminose. La fotocamera frontale da 8mpx con F/ 1.7 garantisce dei buoni selfie definiti e ricchi di dettaglio anche con poca luce. Cambiata la grafica dell’app fotocamera ora è possibile con uno slide a sinistra o a destra cambiare modalità al suo interno più agevolmente.

Possiamo catturare video in modalità super slow motion con possibilità di rallentare una porzione di video di 0,2 secondi fino a 6 secondi, possibile grazie al software della camera posteriore che registra un breve video a 960 fps. Possibilità di registrare i video in HEVC, registrare in modalità slow motion tradizionale a 240 fps in full-hd e video in 4K a 60 FPS non stabilizzati elettronicamente. Se volete la stabilizzazione dovrete fermarvi alla modalità in 4k a 30 fps.

Galleria immagini e video realizzati  da Galaxy S9:

 

Conclusioni Finali

L’autonomia troppo a mio avviso sottotono rispetto alla versione plus. Nella mia giornata stress non sono riuscito con il device ad arrivare a sera ho dovuto ricaricare per arrivare al dopocena. Tralasciando il lato batteria comunque risolvibile portandosi dietro un power-bank il Samsung Galaxy S9 rappresenta nel complesso un buon telefono, più maneggevole del plus. Offerto street price all’epoca della recensione a 599 euro su Amazon in modalità dual-sim, a 200 euro in meno rispetto a Galaxy S9 Plus. Rappresenta un ottimo device, unico punto a sfavore l’autonomia ma se non siete persone che fanno un uso intenso in mobilità del device potete tranquillamente acquistarlo visto che supporta anche la ricarica wireless. Per l’uso intenso che io faccio dello smartphone giornalmente non risparmierei quei soldi ed andrei su Galaxy S9 plus vista la migliore autonomia e la possibilità di avere una ram più capiente che nel lungo periodo con il sistema che tende ad appesantirsi con aggiornamenti di sistema fanno sempre comodo.

Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: