Esegui i programmi Windows su Android con Wine – Guida

Il sistema operativo Windows può vantare un’ampia raccolta di programmi, tra cui molti riservati esclusivamente ad esso. L’esclusività dei suoi programmi fa di esso il sistema preferito da molti, sebbene esistano molti altri sistemi, alcuni anche più efficienti. La debolezza di questi sistemi è però l’ovvia impossibilità di installare programmi riservati a Windows, ma, grazie ad un programma, Wine, ciò è invece possibile.

Wine è un progetto che permette di eseguire le applicazioni di Windows su altri sistemi, come ad esempio Linux o MacOS. Non si tratta però di un emulatore (infatti ironicamente, l’acronimo sta per Wine Is Not an Emulator), ma è un layer che rende i software Windows compatibili con altri sistemi. In questo modo non richiede eccessive risorse e riesce ad eseguire senza difficoltà anche programmi più pesanti.

Recentemente, Wine ha aggiunto Android tra gli OS supportati. La possibilità di avere una piattaforma Windows sempre a portata di mano è molto interessante, tuttavia il progetto è ancora alle fasi iniziali per quanto riguarda il robottino verde.

In questa guida vedremo come installarlo e configurarlo correttamente.

Wine su Android – Installazione

Prerequisiti

Non è richiesta la presenza di root o di una recovery, perché trattandosi di un layer non ha bisogno di agire al livello del sistema. Tuttavia è necessario autorizzare l’installazione di file APK:

  • Andate in Impostazioni > Sicurezza
  • Abilitate “Origini sconosciute” e confermate con OK

Fatto ciò potrete scaricare ed installare l’APK di Wine dal link sotto:

L’APK più recente si troverà sempre in fondo e si trova in due versioni:

  • x86 è riservato ad alcuni tablet e pochi smartphone (un esempio è Asus Zenfone 2) che hanno un processore Intel. Questa versione supporta ogni programma Win32.
  • ARM è riservato a tutti i dispositivi che hanno un processore che non sia Intel, come ad esempio Snapdragon, Exynos, Mediatek e Kirin (generalmente gli smartphone hanno un processore ARM). Questa versione per adesso supporta solamente programmi RT, ma molto presto sarà possibile eseguire programmi Win32 grazie a QEMU, ovvero l’emulazione di un’altra piattaforma.

Installazione e configurazione

Scaricata l’APK, vi basterà installarlo. Dopo l’installazione vi richiederà alcuni permessi, essenziali per eseguire i vari programmi, dunque consentiteli tutti.

Adesso aprite l’app ed attendete che l’ambiente di sistema venga creato. Fatto ciò vi ritroverete davanti ad un desktop simile a quello di Windows XP, con un prompt dei comandi ed un tasto Start in basso.

Wine - Desktop

 

Nella versione 3.2, al momento l’ultima, non è ancora possibile scrivere tramite una tastiera software, ma l’input tramite tocco funziona. Per ora è una buona idea utilizzarlo e configurarlo con una tastiera fisica o un mouse.

Per aggiungere programmi, invece:

  • Aprite l’app e toccate il prompt dei comandi;
  • Tramite la tastiera digitate explorer.exe, aprendo così il file manager;

Wine - File Manager

  • Nella barra superiore digitate il percorso della vostra cartella principale, generalmente \sdcard
  • Scaricate un programma compatibile con il vostro processore (qui una lista di programmi RT, compatibili con processori ARM);
  • Posizionate il programma in una cartella facile da ritrovare, ad esempio Download;
  • Ritornate nel file manager ed aprite la cartella Download, dunque eseguite l’EXE che  avete scaricato in precedenza;

Wine - Applicazione

  • Se l’EXE è supportato, si aprirà l’applicazione corrispondente e sarà possibile utilizzarla.

Supporto

Come già detto, la versione progettata per processore Intel x86 al momento è molto più completa, potendo eseguire qualunque processo Win32. La versione ARM al momento è sotto intenso sviluppo, ma presto anch’essa potrà eseguire applicazioni più avanzate.

La versione più recente di Wine supporta Direct3D 10, 11, Direct3D command stream e i driver grafici di Android, mentre Direct3D 12, Vulkan ed OpenGLES sono in arrivo.

Su alcuni dispositivi inoltre potrebbe dare problemi di compatibilità, a causa del processore. Problemi, comunque, che man mano verranno sistemati con i diversi aggiornamenti. Vale la pena dunque seguire questo progetto interessante.

 

Conclusioni

Wine su Android è un progetto ancora acerbo, tuttavia promette bene: non sono presenti crash o profonde incompatibilità con il sistema. Inoltre il layer gira abbastanza fluido anche su telefoni di fascia media, dimostrando anche la buona ottimizzazione del software.

Non ci resta che aspettare futuri aggiornamenti, dunque vi consigliamo di seguire i canali Telegram per non perdervi alcuna novità.

Canale Telegram Technoblitz Modding               

Autore dell'articolo: Gabriele Meli

Mi chiamo Gabriele Meli. Studente allo scientifico e amante della tecnologia in generale, mi interesso principalmente del modding su android e dell'installazione di sistemi operativi su PC, ma anche in generale di tutto ciò che riguarda PC, smartphone e tablet, sebbene anche i videogiochi prendano una buona fetta del mio tempo libero.