Tre Italia

Offerte telefoniche, la Tre sugli scudi

Grande novità in casa Tre

Ci sono novità per ciò che concerne la offerte telefoniche, un mercato in continuo movimento, con promozioni davvero interessanti, da analizzare per essere certi della vera convenienza della stessa. Dal 29 Novembre 2018, salvo eventuali cambiamenti, il duo Wind Tre per il brand 3 Italia lancia la nuova offerta ricaricabile. Si chiama Play 30 Plus riservata ai nuovi clienti 3 che richiedono portabilità da qualsiasi Operatore Virtuale, fatta esclusione per coloro che arrivano dalla compagnia di PosteMobile. Questa è la mossa della Tre, che deve contrastare le superofferte di altre compagnie come Tim, Iliad, Ke a ed altre ancora. Negli ultimi mesi infatti, stiamo assistendo ad una vera e propria guerra a colpi di offerte, al ribasso, che hanno dapprima destabilizzato il mercato, ma,poi aperto ad un nuovo mondo nell’intero settore tecnologico.

Wind Tre

Cosa prevede Play 30 Plus

Vediamo inaieme nello specifico cosa propone, la nuova offerta ricaricabilemdi Tre. Play 30 Plus prevede infatti minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali e 30 Giga al costo di soli 4,99 euro al mese. Il costo di attivazione é di altri 5 euro, al quale c’è  poi da aggiungere il costo, da attribuire all’acquisto di una nuova sim. Dal 29 Novembre 2018 è prevista anche una campagna sms winback rivolta ad alcuni ex clienti, in maniera tale da attrarre nuova clientela, o

Le condizioni dell’abbonamento Tre

L’offerta si rinnova ogni mese in modo automatico tramite la formula dell’addebito su credito residuo. Soglie e costi, sono di durata mensile. Contrariamente alle classiche abitudini della Tre, stavolta, non è previsto alcun vincolo contrattuale.

In qualsiasi momento infatti è possibile prenotare la disattivazione del rinnovo automatico. Questa nuova formula, servirà per allinearsi alle altre compagnie telefoniche, rimuovendo un vincolo contrattuale, che troppo spesso potrebbe aver “frenato” potenziali nuovi clienti. Fino a quando l’offerta rimane attiva, il piano tariffario base rimane quello denominato Power 29.

Autore dell'articolo: Marco Tavolacci