Meizu M621C-S: nuovo smartphone certificato da TENAA

Un nuovo smartphone marchiato Meizu ha appena ricevuto la certificazione in Cina, si tratta del Meizu M621C-S. Al momento non sappiamo ancora con certezza di quale dispositivo si tratti, ma, secondo fonti provenienti dalla Cina, potrebbe essere il Meizu MS.

Basandoci sul numero del modello, questo dispositivo potrebbe appartenere alla serie “Blue Charm” di Meizu o, come è nota a livello mondiale, alla serie “Meizu M“.

La cosa che lascia perplessi è che, solitamente, gli smartphone appartenenti alla serie M dell’azienda hanno un numero dopo la lettera “M” nel nome. Questa denominazione, Meizu MS, ci lascia un po’ basiti.

Le specifiche tecniche di M621C-S

In ogni caso, lo smartphone certificato è dotato di un corpo in metallo, e le sue forme ricordano quelle di altri device della stessa azienda. Sotto il display troviamo il tasto fisico “Home , quello che in Meizu chiamano pulsante “mBack“, che è, in realtà, un tasto multifunzione. Infatti esso funge da pulsante “Home”, tasto capacitivo per tornare indietro e scanner di impronte digitali e permette anche il blocco dello schermo tramite una pressione prolungata.

Il device presenta uno schermo da 5,5 pollici FullHD, insieme a 2 GB, 3 GB, 4 GB di memoria RAM e 16 GB, 32 GB e 64 GB di memoria interna espandibile fino a 128 GB tramite microSD. Il processore usato per dare potenza al Meizu M621C-S è l’octa-core Helio P10 a 64bit di MediaTek, un SoC di fascia media. L’autonomia è assicurata da una batteria da 3,920 mAh non removibile. Pre-installato troveremo Android 6.0 Marshmellow con Flyme OS, anche se di quest’ultimo non sappiamo la versione.

Il Meizu M621C-S misura 153,6 x 75,8 x 15 mm e pesa 175 g. Secondo l’ente certificatore TENAA, il device sarà disponibile nelle colorazioni blu, argento e bianco. Non mancherà la connettività 4G LTE.

Lo smartphone sarà lanciato prima in Cina, come è facile pensare. Non sappiamo ancora se Meizu deciderà di immetterlo in altri mercati, così come non conosciamo il prezzo del dispositivo, anche se, siamo sicuri, non sarà alto trattandosi di un telefono di fascia media.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Via

Autore dell'articolo: Mauro Giaffreda

Classe 1986, Ingegnere Aerospaziale. Da sempre appassionato di tecnologia, in particolare del mondo mobile e di PC. Grande appassionato di Spazio.