Call of Duty Black Ops 4: la recensione completa

Call of Duty Black Ops 4: la recensione completa

Dopo averlo giocato in modo approfondito, vi proponiamo la recensione completa di Call of Duty Black Ops 4, l’ultimo capitolo della famosa serie Call of Duty, di videogiochi sparatutto in prima persona. In particolare, questo videogioco rappresenta una vera e propria rivoluzione all’interno del franchise, dato che è stato sviluppato unicamente nella sua parte online, abbandonando la tradizionale campagna in giocatore singolo, e poiché presenta la nuova modalità battle royale. Il titolo è sviluppato da Treyarch per PC, PS4 e XBOX One ed è pubblicato da Activision Blizzard.

Call of Duty Black Ops 4: il multiplayer

La modalità multiplayer di Call of Duty Black Ops 4 rappresenta una delle tre modalità principali, oltre a Blackout e Zombie. Le sotto-modalità del multigiocatore sono rimaste quelle tradizionali, come Deathmatch a Squadre, Dominio, Uccisione Confermata e altre. Naturalmente di molte di queste sono presenti sia le versioni normali che le versioni veterano, caratterizzate da una difficoltà maggiore, grazie alla salute ridotta e ai danni aumentati, oltre all’assenza di gran parte dell’interfaccia di gioco. L’esperienza di gioco risulta essere molto coinvolgente e le mappe sono ben strutturate e molto varie. In generale, la maggior parte delle mappe consente di divertirsi con tutti gli stili di gioco, dal combattimento a distanza a quello ravvicinato. A seconda dei gusti personali, alcune mappe risultano essere certamente preferite rispetto alle altre.

Per personalizzare il proprio soldato è possibile selezionare sia uno specialista, che offre equipaggiamenti speciali, che una classe di armi. Le classi personalizzate sono in numero di sei e tengono conto del numero massimo di elementi trasportabili. In Call of Duty Black Ops 4, a differenza dei precedenti capitoli del franchise, la salute non si ricarica in modo automatico, ma grazie a un kit medico auto-ricaricante, non disponibile nelle modalità veterano. Le armi risultano essere molto versatili e si adattano ai diversi stili di gioco.

Call of Duty Black Ops 4: la modalità Blackout

Call of Duty Black Ops 4 rappresenta una rivoluzione nella storia del franchise poiché offre una nuova e interessante modalità battle royale, chiamata Blackout. Questa modalità di gioco risulta essere molto popolare in questo momento, grazie al successo di titoli come Fortnite. In Blackout è possibile competere con un grandissimo numero di giocatori, su una mappa molto vasta, la cui area di gioco viene via via ridotta con uno stratagemma. I giocatori hanno soltanto una vita e devono cercare di sopravvivere il più a lungo possibile, cercando armi, equipaggiamento e kit medici all’interno degli edifici presenti nella mappa. Nella mappa è possibile utilizzare anche dei veicoli, per spostarsi.

Blackout è giocabile in singolo, in coppia e in gruppi da quattro giocatori. Giocando in cooperativa è possibile rianimare i compagni di squadra o farsi rianimare. La modalità battle royale su Call of Duty Black Ops 4 risulta essere divertente e ricca di tensione, dato che bisogna sempre guardarsi le spalle dai nemici, ma meno dinamica del multiplayer tradizionale. Inoltre, è più difficile salire di livello.

Call of Duty Black Ops 4: la modalità Zombie

In Call of Duty Black Ops 4 non poteva mancare anche la modalità Zombie, che è ormai un must della serie Call of Duty. Nel nuovo capitolo viene però proposta in maniera molto più ricca, rispetto al passato, grazie alla presenza di diverse ambientazioni (sull’RMSTitanic, in un’arena dell’AnticaRoma e sull’isola di Alcatraz). Le dinamiche di gioco risultano essere piuttosto tradizionali e gli amanti della modalità Zombie saranno molto felici di Call of Duty Black Ops 4. Come sempre, bisogna sopravvivere a ondate di zombie sempre più forti, seguendo, nel frattempo, una serie di missioni e indizi. Risulta essere interessante la possibilità di giocare anche a difficoltà ridotta.

Call of Duty Black Ops 4: QG Specialisti e Mercato Nero

Il nuovo Call of Duty Black Ops 4 presenta anche la modalità QG Specialisti, che rappresenta una via di mezzo fra una sorta di storia e una modalità tutorial, in grado di farci scoprire più dettagli sugli specialisti utilizzabili nel multiplayer. Nel Mercato Nero è possibile sbloccare costumi e altri oggetti per la personalizzazione del proprio soldato.

Qualità grafica

Il livello di realismo grafico risulta essere molto elevato, in tutte le modalità di gioco. Naturalmente, l’immensità della mappa di Blackout porta a un livello minore di dettaglio ambientale, rispetto a quello che si può osservare nelle mappe del multiplayer. Non ho trovato evidenti bug grafici, durante la mia esperienza di gioco.

Conclusioni e prezzo

In generale, Call of Duty Black Ops 4 risulta essere un videogioco molto divertente, soprattutto per coloro che, negli anni passati, giocavano principalmente al multigiocatore. La modalità Blackout consente ad Activision di strappare un po’ di successo a Epic Games e al suo Fortnite. La modalità zombie è molto ricca e avvincente. Il prezzo risulta essere in linea con quello di altri titoli tripla A. Al momento, è possibile trovare online molte offerte nella fascia tra i 40 e i 50 euro, a seconda della piattaforma di gioco (PC, PS4 o XBOX One).

Autore dell'articolo: Stefano Pizzamiglio

Avatar
Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.