Android: collaborazione tra Google e Fiat-Chrysler

Il team di ricerca di Google e Fiat-Chrysler stanno portando avanti anche altri progetti oltre a quello del minivan autopilotato. Le due società hanno presentato il loro nuovo concetto Uconnect, un sistema di infotainment con un display touch screen da ben 8,4 pollici basato su Android. No, non Andorid Auto, bensì stiamo parlando del vero e proprio sistema operativo Android Nougat. Nonostante si utilizzi ancora l’interfaccia ormai familiare di Uconnect, con i suoi pregi e i suoi difetti, le basi di Android rendono possibile l’utilizzo di un’assistente vocale ed implementano l’utilizzo delle mappe.

A cosa servirà questa tecnologia Android su un’auto?

Come abbiamo già detto con l’arrivo di questo sistema operativo sarà supportato un assistente vocale e sarà migliorata la funzione delle mappe; ma saranno anche utilizzabili applicazioni di terze parti, come per esempio NPR One, Spotify e Pocket Casts.

Questa tecnologia per la prima volta viene esposta al CES su una Chrysler 300, ma le due società hanno dichiarato che probabilmente vedremo queste tecnologie espandersi in larga scala. Quindi presto non sarà più solo un esperimento, ma entrerà nella produzione vera e propria.

Nonostante Fiat-Chrysler non sia ancora al passo degli “artisti del settore” come Ford o Tesla, sappiamo che sta facendo collaborazioni importanti per lo sviluppo tecnologico. Una di queste collaborazione è stata quella con Google, dove gli ha fornito il sostegno tecnico per lo sviluppo di App come Android Auto; ma ha anche collaborato con la Apple per lo sviluppo di Apple Auto.

Come sappiamo il sistema operativo Android è utile soprattutto nell’essere sempre connessi ad internet ed anche per intrattenere. Non è difficile capire cosa ci guadagni Google da questa collaborazione; infatti con questa entra ufficialmente nel mercato automobilistico. In questo modo prenderebbe una grande fetta del mercato con il suo sistema operativo, riducendo ai produttori  le possibilità di utilizzare sistemi che utilizzano tecnologie concorrenti.

La prima auto ad avere Android Auto, la Chrysler 300
La prima auto ad avere Android Auto, la Chrysler 300

Fonte

Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.

    Close