Yahoo! cambia nome. Si chiamerà Altaba Inc. Mayer si dimette.

Yahoo! cambia nome. Si chiamerà Altaba Inc.

La pluridecennale azienda Yahoo!, diventata famosa soprattutto per il suo eccezionale motore di ricerca, ha deciso di cambiare nome. Dopo ben vent’anni, l’azienda ha deciso di cambiare. Si parte dal nome. Dopo gli accordi con la società statunitense Verizon, fornitrice di banda larga e di telecomunicazioni. Tra le novità, anche l’abbandono del CEO. Marissa Mayer, infatti, uscirà di scena. Lo stesso farà il co-fondatore David Filo. La nuova società, dal nome di Altaba Inc., sarà diretta da 5 leader: Tor Braham, Eric Brandt, Catherine Friedman, Thomas McInerney e Jeffrey Smith.

 

Altaba Inc., la nuova Yahoo!

Altaba Inc. opererà come società di investimenti. Tra i cinque direttori generali, rumors attendibili sostengono che Eric Brandt verrà scelto come presidente principale della nuova azienda. Secondo quanto riportato da TechRepublic, la Mayer resterà affianco al team che condurrà Altaba.

TechnoBlitz.it Yahoo! cambia nome. Si chiamerà Altaba Inc.

Le trattative erano cominciate già da Luglio 2016, quando Verizon aveva annunciato la volontà di acquisto delle attività di Yahoo!. Una delle tante minacce che preoccupano l’azienda statunitense sono i continui attacchi hacker cominciati già da Settembre scorso. Per diversi mesi, milioni e milioni di dati personali sono stati sottratti ad altrettanti utenti. Nel mirino degli hacker, di tutto: nomi, numeri di cellulare, password, date di nascita.

Tuttavia, le trattative proseguono. Il costo stimato per l’acquisto di Yahoo! è di 5 miliardi di dollari. Non è ancora chiaro se Verizon abbia intenzione di rinegoziare l’accordo stabilito quasi un anno fa. Uno dei motivi per una probabile rivalutazione dell’acquisto è dovuto proprio ai continui attacchi hacker ai danni della storica capitanata da Marissa Mayer.

TechnoBlitz.it Yahoo! cambia nome. Si chiamerà Altaba Inc.  TechnoBlitz.it Yahoo! cambia nome. Si chiamerà Altaba Inc.

La CEO aveva già dato modo di parlare di sé quando, a Marzo 2016, la rivista Fortune l’aveva definita tra i leader più deludenti al mondo. Solo due anni prima, nel 2014, la stessa Fortune l’aveva inserita nella top 50 delle dirigenti più influenti al mondo.

Via

Michele De Leonardis

Articolista presso TechnoBlitz, ho una passione per le lingue straniere. Ho studiato Francese, Inglese, Tedesco. Sono stato 6 mesi in Germania con il programma Erasmus+ e ho studiato Mediazione linguistica e comunicazione interculturale.

 
Close