Windows 10 aggiornamento non autorizzato.

Che Windows 10 avesse creato problemi a moltissimi utenti era risaputi, ma quanto stabilito da un giudice Americano, in relazione alla denuncia che la signora TESLI GOLDSTEIN ha sporto contro Microsoft, potrebbe avere enormi ripercussioni e essere presa come riferimento in altri casi simili. Ripercorriamo brevemente i fatti:

La sig.ra Goldstein, californiana, ha dichiarato che il suo computer ha iniziato ad aggiornarsi a Windows 10 senza che lei avesse autorizzato l’installazione, dichiarando inoltre di non conoscere il nuovo sistema operativo della casa di Redmond. L’aggiornamento poi si sarebbe arrestato senza riuscire a completarsi, come accaduto anche a molte altre persone. Da quel momento in poi, riferisce la denunciante, il suo computer ha iniziato a funzionare male diventando lento, intermittente e con prestazioni ridotte, in poche parole “inutilizzabile”. A quel punto la signora ha contattato anche il servizio clienti Microsoft senza riuscire a risolvere il problema.

Ed è proprio a questo punto che la Goldestein ha pensato di procedere per vie legali proprio perchè, a suo parere, l’aggiornamento sarebbe partito senza la sua autorizzazione. Inoltre ha ritenuto Microsoft responsabile per le perdite economiche, dato che il Pc in questione veniva utilizzato per lavoro.

epa04863560 The Microsoft logo outside the software company's German headquarters in Unterschleissheim, Germany, 28 July 2015. Microsoft will launch its new and much anticipated operating system Windows 10 on 29 July 2015.  EPA/SVEN HOPPE
epa04863560 The Microsoft logo outside the software company’s German headquarters in Unterschleissheim, Germany, 28 July 2015. Microsoft will launch its new and much anticipated operating system Windows 10 on 29 July 2015. EPA/SVEN HOPPE

Il giudice, una volta esaminati i fatti, ha dato ragione alla consumatrice e la casa di Redmond ha rinunciato al processo di appello già in corso, accettando di risarcire la consumatrice con la somma di 10.000 dollari. Sentenza quindi di fatto definitiva!!

Microsoft è stata spesso oggetto di critiche su questa questione, dato che molti utenti hanno riscontrato il fatto che il pc si aggiornasse con il nuovo software senza richiedere permessi, con un processo di aggiornamento che è molto invasivo e, per persone poco esperte di tecnologia, quasi impossibile da bloccare. Quello che però era totalmente impensabile è che il colosso di Windows decidesse autonomamente di rinunciare all’appello, risarcendo la cliente ed esponendosi così a decine se non migliaia di cause simili.

E voi? Avete avuto problemi con l’installazione di Windows 10??

 

Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.

luigi-marra has 240 posts and counting.See all posts by luigi-marra

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: