WhatsApp Status, in arrivo il clone di Snapchat ed Instagram Stories

Quando Instagram introdusse le “Stories“, un sistema del tutto simile a quello di Snapchat, non furono poche le critiche per aver copiato quasi in toto dal loro rivale. Eppure il successo di questo sistema su Instagram è stato notevole, e pare che Zuckenberg voglia replicarlo anche con WhatsApp Status.

In arrivo quindi la possibilità di inserire foto, video e personalizzarli con scritte ed emojii. Nulla di nuovo all’apparenza rispetto ai suoi concorrenti, ma la novità (per ora) è che potete testarla sul vostro telefono. Se avete un iPhone con jailbreak, oppure i permessi di root sul vostro Android, questa funzionalità vi sta aspettando.

E’ già possibile testare il nuovo WhatsApp Status

Tutto grazie a BGR India, che si è accorto di questo nuovo arrivo e di com’è possibile ottenerlo. Bisogna prima di tutto essere registrati alla beta pubblica e poi, come detto sopra, possedere il root oppure il jailbreak.

Nella versione Android, tra il tab “Chat” e “Chiamate” si trova ora appunto “Status“. E per quanto potrebbe rimandare alla classica funzione del nostro stato, visibile quando qualcuno si reca nel nostro profilo, non lo fa. Anzi, ci dà la possibilità di scattare una foto, modificarla ed inviarla ai nostri contatti.

WhatsApp Status, in arrivo la copia di Snapchat
WhatsApp Status, in arrivo la copia di Snapchat

Le funzioni sono quelle classiche, già viste su Instagram e Snapchat. Possibilità di inserire una caption, disegnare a mano libera con diversi colori, inserire emojii, testo e modificare la foto ritagliandola. Per ora, niente di nuovo su questo fronte.

Funzionalità simili a Snapchat, ormai copiata da tutti

Sempre secondo BGR, i contenuti rimangono visibili per 24 ore, senza un apparente opportunità di cancellarli manualmente. Non sembra possibile neanche cambiare il tempo per cui le nostre foto e video saranno disponibili alla visualizzazione. Una caratteristica riconosciuta è invece la possibilità di scegliere a quali utenti inviare le nostre stories, selezionandoli tutti oppure solo una piccola parte.

[maa id=’1′]

Viene da chiederci perché tutte le principali applicazioni di messaggistica stiano copiando questa funzione. Possiamo capirlo semplicemente guardando i numeri registrati da Snapchat: allo scorso aprile erano riportati 10 milioni di video visualizzati ogni giorno. Ora probabilmente avete anche voi un quadro più preciso sul perché questa funzionalità sia così al centro del lavoro da parte di diverse piattaforme.

Facebook e le sue controllate alla ricerca di funzionalità simili

E se ci sono voluti un paio d’anni dalla nascita di Snapchat perché anche Instagram copiasse questa funzionalità, sembra ora che Zuckenberg voglia “spargerla” su tutte le sue piattaforme. Ricordiamo infatti che sia WhatsApp sia Instagram sono proprietà di Mark; e che un altro clone di Snapchat, chiamato Messenger Day è in test su Facebook.

Da un po’ di tempo ormai uno dei temi più caldi su FB sono proprio i video. Molto più facili da monetizzare ed ormai sempre più visti da noi utenti. Portarli anche sul network di Whatsapp, che ha un numero di utenti attivi al mese che supera il miliardo, porterebbe un grande cambiamento. Soprattutto visto che da questa estate c’è stato un grande cambiamento nella privacy, da parte di Facebook e le sue controllate. D’ora in poi arriveranno anche delle pubblicità sui nostri feed.

Parliamo di un cambiamento epocale, con WhatsApp Status in testa

E’ un cambiamento epocale per un’azienda che da sempre “lotta” contro la presenza di “ads” sulle sue piattaforme, e che ora dovrà trovare il modo di integrarle al meglio. Con in arrivo delle funzionalità come WhatsApp Status, c’è anche il bisogno di non renderla troppo pesante e piena di annunci che potrebbero annoiare gli utenti.

Insomma, le sfide per il futuro ci sono tutte. Non facili, visto che Zuckenberg pensa sia arrivato il momento giusto per monetizzare al massimo dalla propria piattaforma, forse a discapito degli utenti. Anzi, quasi sicuramente gli unici a rimetterci saremo noi users. E voi cosa ne pensate di WhatsApp Status? Un’altra mera copia, o che potrebbe invece dare una svolta ed una “svecchiata”?

 

FONTE techcrunch

facebook-profile-picture

Enrico Perini

Appassionato sportivo, fotografo e scrittore, oltre che recensore ed articolista per Technoblitz.it.

Pubblicità