I tre migliori device per il Root e Modding

Nexus 5X

Telefono costruito da LG ma con Android stock installato direttamente da Google, ha tutti i tratti comuni di un Nexus: facile procedura di root e modifica della Rom interna. Per questo pensiamo che il Nexus 5X sia un’ottima scelta se siete appassionati di modding, il prezzo è molto basso e la comunità è molto ampia.

Molte delle cose che possono essere fatte in un cellulare della serie Nexus possono essere fatte anche agli altri della stessa gamma, ma una volta ogni tanto capita che un problema specifico per il modello si presenti e quando questo accade, la cosa migliore che si può avere è un largo gruppo di persone che prontamente danno un aiuto su dei canali dedicati. La sua fascia di prezzo si aggira tra i 220€ e i 280€ a seconda dei modelli, quindi è anche un ottimo telefono per il rapporto qualità/prezzo, infatti il 5X può essere usato come secondo telefono per sperimentare Rom o quant’altro mentre utilizzate un altro telefono per mantenere i vostri dati e non compromettere la vostra sicurezza.

Se siete nuovi o già esperti nel modding dei telefoni Android, sicuramente vi raccomandiamo il Nexus 5X come uno dei migliori telefoni per qualunque esperimento.

OnePlus 3

I cellulari della OnePlus sono sempre molto ben visti dagli utenti che vogliono alte prestazioni, a costi relativamente bassi, sin da quando la compagnia ha iniziato la sua attività. Finalmente con l’OnePlus 3 si arriva ad un punto di svolta per l’azienda, difatti non è più necessario avere un invito per acquistare il cellulare.

Il bootloader molto facile da sbloccare, la facilità di installare software alternativo, e come il Nexus 5X, il costo relativamente basso hanno permesso un grande sviluppo della comunità di sviluppo per questo ultimo modello. Un altro strano incentivo per la crescita della comunità sono stati i vari piccoli problemi che questo cellulare ha con il suo software originale, questo fa capire come questo device abbia delle grandi potenzialità che i migliori sviluppatori sapranno sicuramente utilizzare.

Se volete spendere qualcosa in più per avere delle specifiche tecniche migliori e comunque avere la possibilità di fare modding, il OnePlus 3 fa per voi.

Nexus 6P

Se amate armeggiare e moddare il vostro telefono e siete disposti a spendere una cifra molto consistente, sicuramente amerete il Nexus 6P. Scelto come piattaforma Android di referenza per il 2016, il Nexus 6P può eseguire ogni compito assegnatogli quando vi sarà necessario, e la natura open source che accompagna il telefono marchiato Google, significa che si è liberi di fare ciò che si vuole con il software.

Come per il già citato Nexus 5X, il modding su questo cellulare è davvero semplice e supportato per il Nexus 6P, soprattutto se pensiamo al fatto che Google incoraggia e partecipa attivamente con gli sviluppatori di terze parti, per creare nuove Rom e mod per il Nexus 6P

Il maggior costo lo rende meno consigliabile rispetto al Nexus 5X ma se volete spendere un po’ di più la differenza di prestazioni giustificherà il divario.

Via

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: