Tesla: da oggi hardware ottimizzato per la guida automatica

La Tesla a Marzo ha presentato la Model 3. Si tratta di una vettura base dal prezzo di 35.000 euro. Elon Musk, amministratore delegato della Tesla, ha reso pubblica la scheda tecnica. Tra le specifiche che la possibilità di accelerare da 0 a 100 in meno di sei secondi. Ma il dettaglio più importante ancora deve arrivare. Dalla Model 3 in poi, le auto marcate Tesla avranno l’hardware ottimizzato per la guida automatica. Questo significa che, in teoria, il pilota automatico non dovrebbe più commettere errori, come è successo in passato.

Guida autonoma completa per le nuove Tesla

Come ha affermato Musk, il livello di guida automatica delle nuove vetture è salita a 5. Ciò significa che è davvero una vettura autopilotata, senza aver più bisogno dell’aiuto del conducente.

In futuro, perciò, arriveranno solo piccoli aggiornamenti software, ma il grosso ormai è fatto.

Ma, parliamo di un aspetto molto interessante. Analizziamo l’hardware di cui è composta un’auto che deve guidare da sola. Si parte con il sensore loadout, composta 8 telecamere surround con possibilità di vedere fino ad un raggio di 250 metri attorno a tutta la carrozzeria. Il sistema ottico viene aiutato da circa dodici sensori ad ultrasuoni. Questo serve a rilevare la presenza (pedone e altre auto), non solo fisicamente, ma anche con un suono emesso dalla stessa.

L’auto è inoltre dotata di radar per poter “vedere” anche in occasione di nebbia molto fitta. Questo è l’hardware delle nuove Tesla e che, secondo Musk, è potente il doppio rispetto all’hardware precedente.

La potenza di elaborazione dati è circa 40 volte più veloce di quello precedente. Il punto debole del vecchio hardware era che le condizioni in cui lavorava, erano proprio il limite effettivo dell’hardware, quindi il sistema poteva anche andare in tilt.

Questo aggiornamento, come già detto riguarda le nuove vetture, e ha un valore stimato di ben 8.000 dollari, anche se non influenzerà di molto il prezzo delle vetture.

Il compito della guida automatica è quello di rendere sempre più basse le percentuali di incidenti stradali, infatti, secondo l’amministratore delegato, la precisione di guida di un’auto pilotata dal robot è il doppio rispetto a quella di un umano. In pratica c’è la metà delle possibilità di avere un incidente.

Via

 

facebook-profile-picture

Ciro Esposito

Il mio nome è Ciro e ho varie passioni: i motori, la tecnologia e scrivere articoli. Ho scelto quindi di unire la passione per la tecnologia con quella della scrittura.

ciro-esposito has 110 posts and counting.See all posts by ciro-esposito

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: