Samsung Note 7: capacità della batteria limitata al 60%

La notizia della batteria del Note 7 che esplode mentre è in ricarica ha fatto il giro del mondo. Dal 2 Settembre sono state fermate le vendite mentre già sono stati ritirati dal mercato ben 2 milioni e mezzo di unità.

Batterie del Note 7 limitate al 60%

Samsung ha scelto di correre ai ripari e sui quotidiani coreani è stata pubblicata la notizia che l’azienda ha scelto di depotenziare le batterie dei device. In cifre, la batteria sarà usata solo fino al 60% della capacità totale.

Gli utenti sono stati invitati a contattare i rivenditori per restituire i dispositivi. Questi saranno sostituiti a carico della Samsung a partire dal 19 Settembre.

Per gli utenti che non hanno ancora restituito il proprio Note 7, la Samsung il 20 settembre rilascerà un aggiornamento software per limitare l’uso della batteria in modo da non provocare surriscaldamenti.

La Samsung sa che riducendo la capacità della batteria, è pressoché impossibile usare il telefono per un’intera giornata lavorativa. Il problema sarà risolto sui dispositivi che saranno spediti in sostituzione in tutta Europa.

Rapporto sui danni: bambino in ospedale e auto in fiamme

Il New York Post, un famoso giornale americano, riporta che un bambino di 6 anni a Brooklyn è andato in ospedale dopo che la batteria gli è esplosa in mano. Il bambino è già stato dimesso e ora è un ottima salute.

Un uomo, invece, in Florida aveva il telefono in ricarica mentre era sulla sua Jeep. Anche in questo caso, la batteria è esplosa e l’auto è andata in fiamme.

Via

Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.