Samsung dichiara: il Galaxy S8 avrà un assistente digitale

I fan della casa coreana dopo la delusione rifilata dal ritiro sul mercato del Note 7 e gli stessi addetti ai lavori aspettano con ansia il nuovo top di gamma il Galaxy S8. Samsung vuole riscattarsi dopo aver perso terreno rispetto ai competitor diretti come Apple, Huawei, LG. In molti addetti ai lavori in base alle indiscrezioni trapelate stanno immaginando l’aspetto dell’ottava edizione del suo nuovo top di gamma. Il disastro del Note 7 ha scoccato un duro colpo al colosso coreano sia sul lato economico che d’immagine del brand. Il nuovo top di gamma sarà sicuramente presentato tra Febbraio e Marzo 2017 in occasione del MWC di Barcellona.

Qualche settimana fa Samsung annuncio l’acquisizione di Viv Labs, una start up creata dai creatori del Siri di iPhone. Ciò che gli addetti ai lavori vociferavano e che la casa coreana voleva costruire un assistente d’intelligenza artificiale per il Galaxy S8. In seguito è trapelato il nome dell’assistente digitale Bixby. Samsung ha effettivamente  confermato che il prossimo smartphone flagship implementerà  un assistente digitale.

Il progetto della Samsung a lungo termine è quello di integrare fin da subito l’intelligenza artificiale sviluppata dalla start-up neo-acquisita nel suo top di gamma 2017, per poi diffondere la feature anche a dispositivi indossabili e elettrodomestici.

Galaxy S8: che cosa offrirà Bixby?

Ciò che la  piattaforma  offrirà saranno una serie  di funzionalità e diversi servizi per gli utenti in modo simile a quanto visto con Siri con alcune nuove funzioni, anche se ufficialmente Samsung deve  ancora  mostrarci che tipo di servizi avrà il suo  digital assistant.

La società ha però dichiarato che gli utenti saranno in grado di interagire a servizi di terze parti tramite l’assistente,  senza garantire però la compatibilità e la certezza di fruizione e funzionamento per quanto riguarda le app di terze parti. “Gli sviluppatori possono collegare e caricare i servizi al nostro assistente”, ha detto Samsung Executive Vice President Rhee Injong, chiosando “Anche se la Samsung non fa nulla da sola, a seconda dei servizi che verranno associati, si renderà  più o meno intelligente questo assistente, obiettivo è integrare sempre più nuovi servizi e fornirli con semplicità agli utenti finali. “

Samsung sta cercando di arricchire con nuove feature il Galaxy S8 cercando di renderlo appetibile ai delusi del Note7, l’assistente digitale è una feature interessante di cui smartphone di altri produttori Android sono privi. Aziende come Apple, Google, Microsoft e la stessa Amazon hanno intrapreso da parecchio tempo questa strada. La Samsung si è mossa un pò in ritardo da un certo punto di vista, le differenze ormai tra i top di gamma delle varie case sono ormai minime ed offrire una caratteristica in più rispetto al competitor è una discriminante non indifferente in questo comparto ormai saturo.

La società coreana ci ha tenuto a sottolineare che comunque per potenziare il suo assistente digitale opererà in futuro altre acquisizioni per rafforzare e migliorare il suo assistente digitale e software correlati.

 

Via

 

Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.

cesaredisimone has 19 posts and counting.See all posts by cesaredisimone

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: