Progetto AIM di ESA per deviare gli asteroidi

Il mondo della fantascienza è pieno di episodi in cui un asteroide dalle dimensioni colossali minaccia la Terra, obbligando gli uomini a creare piani più o meno fantasiosi per distruggerlo o per deviarlo. Secondo molti scienziati fu proprio un asteroide a eliminare i dinosauri dalla Terra, causando cataclismi di dimensioni planetarie. Per evitare che tutto ciò possa accadere, minacciando la sopravvivenza della specie umana, alla ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, si sta progettando una sonda, chiamata AIM (Asteroid Impact Mission) in grado di deviare un possibile asteroide. La sonda non è ancora stata approvata e ulteriori notizie arriveranno nelle prossime settimane.

La missione ESA per deviare un asteroide

La sonda AIM, insieme alla sua gemella DART, di ESA dovrebbe partire nell’ottobre 2020, verso uno dei due asteroidi del sistema binario Didymos. In particolare l’obiettivo della missione è un asteroide da 170 metri di diametro. In particolare la sonda AIM avrà il compito di registrare immagini e dati dell’accaduto, mentre la sua gemella DART (Double Asteroid Redirection Test) si schianterà, nell’ottobre 2022, contro l’asteroide, a 6 km/s, ovvero 21600 km/h tentando di deviarne la traiettoria. L’impatto, simile a una cometa, dovrebbe essere visibile anche dalla Terra.

AIM ESA asteroide

La protezione dell’ISS dai micro-impatti

Per difendere invece la Stazione Spaziale Internazionale da meteoriti di dimensioni molto piccole, ma che si muovono a velocità elevate, si stanno progettando nuovi sistemi. In particolare potrebbero essere utilizzati moduli gonfiabili o comunque in grado di deformarsi elasticamente e di non danneggiarsi a seguito di questi piccoli impatti.

Anche se queste tecnologie descritte non sono pensate per asteroidi colossali, è pur sempre un passo avanti in questo senso. Inoltre gli asteroidi di piccole dimensioni sono già neutralizzati dall’attrito con la nostra atmosfera, che generando moltissimo calore, distrugge i corpi celesti che arrivano.

Voi cosa ne pensate? Preferite un intervento discreto o un progetto in stile film di fantascienza, con esplosivi o missili nucleari? Fatecelo sapere nei commenti.

Via

facebook-profile-picture

Stefano Pizzamiglio

Sono Stefano Pizzamiglio, uno studente del liceo scientifico. Sono appassionato di tecnologia, in particolare di hardware per pc e del mondo Android. Inoltre ho da sempre una grande passione per le scienze.

stepizzamiglio has 102 posts and counting.See all posts by stepizzamiglio

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: