Pokemon Go permette di fare nuove amicizie

Fino ad oggi, tutti i videogiochi, o quasi, diventati virali, hanno portato il giocatore ad estraniarsi dalla realtà. Molto spesso capita di restare chiusi in casa per completare il proprio gioco preferito. Così non è successo con l’ultimo gioco per smartphone, Pokemon Go.

Dopo essere saltato in cima alle classifiche dei download, ha fatto sì che le persone tornassero a scendere in strada, o nei parchi con la scusa di catturare qualche Pokemon.

Infatti, per poter giocare a questo videogioco, si deve necessariamente macinare chilometri. Per avviare l’applicazione deve essere attivata la posizione GPS e la connessione ad Internet.

Con Pokemon Go si incontrano nuovi amici

Ovviamente, anche i più “nerd” per catturare tutti i pokemon, hanno iniziato a girare ore e ore per strada.

La conseguenza di girare la città è quella di incontrare altra gente che si è immedesimata in allenatore e stringere nuove amicizie.

Oppure se non si è molto sociali, qualche parola si scambia sempre con il prossimo, anche per un semplice consiglio.

Domenica scorsa, i parchi e il centro di San Francisco si sono riempiti con i giocatori di Pokémon. Mentre a Washington, la Casa Bianca e il Pentagono sono diventati palestre ufficiali.

C’è chi ne approfitta anche per fare business. C’è un negozio di tè in Giappone che ha messo l’offerta “prendi 2 paghi 1” a tutti i giocatori.

Pokémon Go rappresenta uno di quei momenti in cui una nuova tecnologia, in questo caso, la realtà aumentata, si fonde con il mondo fisico. Da un cartone animato per bambini si è passati a qualcosa di molto più grande. L’idea alla base della tecnologia è quello di sovrapporre immagini digitali sul punto di vista di una persona del mondo reale, utilizzando lo schermo di uno smartphone.

Nel caso di Pokémon Go, i giocatori attraversano il mondo fisico seguono una mappa digitale, alla ricerca di creature che emergono a caso. La gente guarda attraverso i loro smartphone per trovare i Pokémon. Quando compare una creatura animata, si lancia una Pokeball fino a quando non è catturato.

Tutto è nato da una start-up

Pokémon Go, però, è in realtà il lavoro di una start-up, Niantic Inc. L’azienda è stata creata all’interno di Google ed è uscita dalla società lo scorso anno. Il primo gioco di Niantic è stato un thriller di fantascienza chiamato Ingress. La creazione è stata resa possibile dal servizio di mappatura digitale di Google. Circa 15 milioni di utenti hanno scaricato il gioco. Attualmente ci sono poco più di un milione di giocatori attivi al mese.

Niantic ha collaborato con la Società Pokémon per fare Pokémon Go. Mr. Hanke ha detto di non avere il numero esatto di giocatori Pokémon Go. Ma è sicuro che sarà un bel po’ superiore al numero di giocatori di Ingress. I download di Pokémon Go sono stati così frequenti che la società sta lottando per aggiungere ulteriore capacità ai server. Mr. Hanke ha detto che Niantic ha ritardato l’introduzione del gioco in altri paesi per alcuni giorni in modo che possa gestire la domanda.

facebook-profile-picture

Ciro Esposito

Il mio nome è Ciro e ho varie passioni: i motori, la tecnologia e scrivere articoli. Ho scelto quindi di unire la passione per la tecnologia con quella della scrittura.

ciro-esposito has 109 posts and counting.See all posts by ciro-esposito

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: