Opel Ampera-e, 150 Km di autonomia in 30 minuti

Quali sono le due principali questioni che impediscono alla mobilità elettrica di diventare una vera alternativa? L’insufficiente autonomia è sicuramente al primo posto tra le ansie dei potenziali acquirenti, preoccupati di restare per strada con la batteria scarica. Opel è riuscita a risolvere qualsiasi problema al riguardo presentando la rivoluzionaria Ampera-e al Salone dell’Automobile di Parigi lo scorso mese.

Autonomia e Ricarica da Record

Con una autonomia di oltre 500 chilometri (in modalità elettrica, misurata in base al Nuovo Ciclo di Guida Europeo – NEDC – in chilometri: >500, dati preliminari) la stella della manifestazione supera di almeno 100 chilometri la rivale più prossima attualmente sul mercato.

opel-ampera-e_1

La seconda questione riguarda la ricarica dei veicoli elettrici. Come annunciato durante il Salone dell’automobile di Parigi, 30 minuti di ricarica presso un caricatore rapido a corrente continua da 50 kW permettono di aggiungere altri 150 chilometri di autonomia (valore medio misurato in base a test preliminari NEDC) alla batteria agli ioni di litio di nuova generazione di Ampera-e.

Colonnine di Ricarica

Le colonnine di ricarica rapide sono ancora poco comuni, ma le cose in Germania cambieranno in un futuro non troppo lontano. Il Ministero Federale per i Trasporti e le Infrastrutture Digitali ha annunciato l’installazione di 400 stazioni di ricarica rapida sulle principali autostrade del paese, in collaborazione con gli operatori delle stazioni di servizio “Tank und Rast”, entro la fine del prossimo anno.


Inoltre il governo tedesco si è impegnato a investire 300 milioni di euro nei prossimi anni per lo sviluppo delle necessarie infrastrutture per installare entro il 2020 5.000 stazioni di ricarica rapida e 10.000 stazioni di ricarica nelle stazioni di servizio delle strade principali, presso i centri commerciali e gli impianti sportivi, le stazioni di car-sharing e quelle ferroviarie, gli aeroporti e i centri espositivi. In questo modo automobili rivoluzionarie come la Opel Ampera-e potranno essere ricaricate con facilità.

opel-ampera-e_horizontal_lancio_sezione_grande_doppio

Ampera-e è pronta ad affrontare le strade europee nella primavera del 2017, e Opel ha deciso di dotare la sede aziendale della più moderna tecnologia di ricarica rapida, installando a Rüsselsheim un caricatore rapido a corrente continua da 50 kW e un caricatore semirapido a corrente alternata da 22 kW. “Ampera-e è in grado di convincere i clienti che finora non hanno preso in considerazione un veicolo elettrico.

Un’auto importante per Opel

La mobilità elettrica ora è possibile perché non ci si deve costantemente preoccupare di ricaricare la batteria,” ha dichiarato Karl-Thomas Neumann, CEO di Opel Group, durante l’inaugurazione delle stazioni di ricarica rapida. “Questa è la caratteristica sorprendente di Ampera-e: grazie alla sua formidabile autonomia, si può guidare per qualche giorno e attaccarla alla corrente di notte, mentre si è al lavoro o mentre si è usciti per fare la spesa.”

Pam Fletcher, Executive Chief Engineer di Ampera-e, ha aggiunto: “Ho avuto l’opportunità di guidare questa vettura per qualche mese e in base alla mia esperienza posso dirvi che la maggior parte delle persone dovrà ricaricarla solo una o due volte alla settimana.” Oltre alla ricarica rapida a corrente continua la batteria da 60 kWh di Ampera-e può essere ricaricata utilizzando delle stazioni di ricarica domestiche (Wallbox) che portano la corrente elettrica fino a 4.6 kW secondo le attuali regole in Germania per l’installazione della rete domestica.

Diverse tipologie di ricarica

Inoltre, Ampera-e può anche essere ricaricata nelle stazioni di ricarica rapida a corrente alternata di tutta Europa. Con il suo caricatore di bordo mono fase, si caricherà ad un ritmo di 3.6 kW o 7.2 kW presso le stazioni rapide a corrente alternata. Con un’autonomia NEDC di oltre 500 chilometri (dati preliminari), probabilmente non sarà mai necessario ricaricare completamente la batteria da zero, soprattutto in considerazione del fatto che la percorrenza media quotidiana è di 60 chilometri.

2018-opel-ampera-e-interior

Si può comunque ricaricare Opel Ampera-e anche attraverso una normale presa domestica da 2.3 kW, consentendo così davvero a ognuno di caricare comodamente il proprio veicolo. Ma Ampera-e non offre solo un’autonomia eccellente e possibilità di ricarica sempre più agevoli. Offre il piacere di guida e la grinta di una sportiva. La potenza del motore elettrico equivale a 150 kW/204 CV. Le partenze da fermo e l’ingresso in autostrada sono due delle specialità di Opel Ampera-e. Questa elettrica compatta accelera da 0 a 50 km/h in 3,2 secondi.


Le grandi batterie con una capacità di 60 kWh sono intelligentemente integrate nel pianale, per cui la vettura offre anche 5 comodi posti e un volume di carico paragonabile a quello di una compatta 5 porte. Inoltre, Ampera-e viene offerta con l’eccezionale connettività digitale tipica di Opel, con OnStar e la proiezione dello smartphone.

Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.

luigi-marra has 244 posts and counting.See all posts by luigi-marra

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: