Note 7 vietato su tutti i voli negli Stati Uniti

Che il Samsung Note 7 sia diventato ormai il caso di questa seconda metà nel 2016, ormai è fuori da qualsiasi dubbio. Molti però potrebbero essere gli utenti che, affezionati al dispositivo, rifiutino di restituirlo alla casa, nonostante il pericolo ormai accertato.

Ovviamente un rischio che ognuno può scegliere di correre, a proprio rischio e pericolo, ma che potrebbe portare a delle grosse noie. Specialmente negli Stati Uniti dove il terminale, proprio per tutti i danni che ha provocato, non potrà essere più portato a bordo di un aereo di linea. Nemmeno mettendolo nel bagaglio in stiva, quindi spento o non attivo! Questo ne preclude quindi qualsiasi possibilità di spedizione per via aerea.

Portare il Note 7 a bordo di un aereo può comportare una multa o addirittura un processo penale. Le autorità Americane quindi consigliano di lasciarlo a casa o di procedere con la restituzione/scambio per evitare qualsiasi problema.

galaxynote7silvertrio-630x519

La Situazione attuale

Ufficialmente il Samsung Note 7 non esiste più. La casa ne ha cessato totalmente la produzione e ne ha vietato anche la vendita ai partner commerciali. Non che ce ne fosse il bisogno dato che molte compagnie telefoniche, di propria iniziativa, avevano già fermato le consegne del phablet più amato al mondo dopo tutti i casi di esplosione.

Quando è stato lanciato il dispositivo sembrava destinato ad un successo mondiale: design accattivante, dotazione hardware potente e tante funzioni indispensabili per coloro che utilizzano lo smartphone per lavoro. Purtroppo per Samsung non è andata così.

Ma proprio per queste ragioni ci sono clienti che sono ancora dubbiosi se restituire il dispositivo o meno.

Note 7

I consumatori hanno quindi 3 strade diverse da poter scegliere. Restituire il Note 7 a Samsung e ricevere un Galaxy S7 o S7 Edge in cambio. Restituirlo ed ottenere un rimborso completo dell’importo sborsato. Oppure, a proprio rischio e pericolo, tenere con se il terminale prendendosi tutte le responsabilità del caso.


E’ ovvio infatti che Samsung, dopo aver fatto due richiami, aver bloccato produzione e vendita e chiesto ufficialmente di SPEGNERE il dispositivo e NON UTILIZZARLO PER NESSUN MOTIVO, possa respingere qualsiasi tipo di azione per eventuali danni causati dal device dopo tali dichiarazioni.

E voi come vi siete comportati? Avete già restituito/sostituito il vostro Note 7? O siete tra i temerari che non sono preoccupati da possibili esplosioni e hanno deciso di tenersi quello che è, a tutti gli effetti, il miglio Phablet sul mercato?

Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.

luigi-marra has 242 posts and counting.See all posts by luigi-marra

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: