Nexus 6P vs Pixel XL: vale la pena fare il passaggio?

Confronto Nexus 6P vs Pixel XL

Lo scorso anno alla presentazione dei nuovi NEXUS 6P e 5X, Google aveva finalmente concesso ai propri clienti la possibilità di scegliere la dimensione del modello. Quello che aveva colpito di più era ovviamente il 6P, costruito da Huawei. Il dispositivo in questione dominava la scena con il suo enorme display da 5,7″, gli altoparlanti frontali stereo, una gran durata della batteria e una fotocamera finalmente all’altezza dei competitor, una cosa che ai Nexus precedenti era sempre mancata.

Quest’anno Google ha provveduto ad un cambio di nome, da Nexus a Pixel, e di casa costruttrice, da Huawei Htc. La sostanza però non cambia: due dispositivi di dimensioni differenti per variare la possibilità di scelta degli utenti.

Come lo scorso anno però il più apprezzato sembra essere il Pixel Xl. Anche se più costoso rispetto al modello che sostituisce, ne rappresenta un enorme miglioramento sia a livello di caratteristiche tecniche che di ottimizzazione tra hardware e software.

Ma la domanda è una sola: visti i miglioramenti, vale la pena passare da Nexus 6P a Pixel XL? Andiamo a scoprire le principali differenze per potervi aiutare nella risposta.

DISPLAY

Il Nexus 6P montava un Super Amoled da 5.7 pollici con risoluzione Quad HD. Il pannello del Pixel XL presenta la medesima risoluzione, ma la diagonale scende a 5.5 pollici, permettendo quindi una densità di pixel maggiore. Gli angoli di visione e i livelli di contrasto saranno al top, così come lo erano sul modello precedente. Quello che ovviamente migliorerà è l’efficienza energetica, visto che il pannello del nuovo Pixel è di nuova concezione.


AUDIO

Il comparto audio è uno dei pochi dove il Nexus 6P dovrebbe essere superiore al Pixel XL. A differenza del modello di Huawei che presentava altoparlanti stereo sul frontale del dispositivo, il nuovo Pixel di Htc presenta non solo un altoparlante mono, ma questo è posto sul lato posteriore del device. Quindi anche se di potenza superiore rispetto al precedente, non potrà mai garantire un’esperienza d’uso come nel caso di un altoparlante frontale.

nexus-6p

PROCESSORE E DURATA BATTERIA

Sul Nexus Huawei aveva fatto un vero e proprio miracolo, implementando nel dispositivo lo Snapdragon 810 senza soffrire dei noti problemi di surriscaldamento di cui erano vittima gli smartphone dotati di questo processore.  Sul Pixel XL il salto avanti è notevole: viene montato infatti il nuovissimo e potentissimo Snapdragon 821, che promette prestazioni da urlo. Viene saltato quindi l’820, che invece è montato su diversi dispositivi già in commercio come One Plus 3, Lg G5 o Htc 10.

Lo Snapdragon 821 oltre ad essere più potente del precedente, è anche più efficiente a livello di consumi energetici. Ecco perchè nonostante la batteria sia rimasta la stessa sul nuovo modello, con capacità confermata di 3450 mAH, Google garantisce una durata ben superiore rispetto al Nexus. oltre ad un processore meno energivoro contribuiscono al miglioramento anche le nuove funzioni di risparmio energetico di Android Nougat, con una modalità Doze perfezionata.

FOTOCAMERA

Sulla carta le specifiche della fotocamera, sui due dispositivi, sono le medesime. Abbiamo infatti una fotocamera posteriore da 12.3 Mpx con apertura F/2.0. Presente anche il sensore Laser Af, per garantire una messa a fuoco automatica velocissima. Il miglioramento però lo troviamo nel sensore Sony aggiornato che contribuisce a migliorare notevolmente la qualità delle immagini.

Non a caso quella del Pixel XL viene definita, da esperti del settore, la Miglior Fotocamera al mondo su uno smartphone.

SISTEMA OPERATIVO

Come detto il Pixel XL è stato rilasciato con la versione 7.1 di Nougat, l’ultima disponibile. Questa versione arriverà anche sul 6P ma Google, per rendere più appetibile il nuovo modello, gli ha riservato delle caratteristiche esclusive che si potranno quindi avere solo acquistando il Pixel.

Tra queste esclusive possiamo annoverare il nuovo e più intelligente GOOGLE ASSISTANT, l’assistente vocale, una nuova applicazione fotocamera e il launcher creato appositamente per il Pixel.

google-pixel-e-pixel-xl-11

PREZZO

Ed eccoci arrivati alla nota dolente, il costo di questo Pixel XL. Se con i precedenti Nexus Google era famosa per i terminali dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, ora con questi nuovi terminali il balzo in avanti fatto è davvero notevole e, con esso, anche l’aumento di prezzo.

Guardando la qualità costruttiva, le caratteristiche hardware, e anche l’ottimizzazione tra hardware e sistema operativo, è chiaro che Google con i suoi Pixel punta direttamente a fare concorrenza a Apple e il suo iPhone. Tutto sembra essere stato studiato proprio per questo obiettivo. E anche il prezzo, molto vicino a quelli dei device di Cupertino, può essere definito STILE APPLE.


CONCLUSIONI

Quindi, in definitiva, vale la pena fare il cambio tra Nexus 6P e Pixel Xl?? Guardando le caratteristiche la risposta sarebbe SI, senza ombra di dubbio. Anche se il 6P è e rimane un ottimo terminale, il balzo avanti a livello di prestazioni fatto con i Pixel è innegabile. Bisogna quindi vedere se gli utenti sono disposti a spendere cifre enormi per uno smartphone Made in Google e, in caso di utenti con Nexus 6P, quanto possano recuperare vendendo questo dispositivo e aggiungendo la differenza per acquistare il Pixel Xl.

Fateci sapere le vostre impressioni su questi due modelli e se avete intenzione di fare il cambio o meno.

Luigi Marra

Il mio nome è Luigi, nella vita sono un Ragioniere. Nel tempo libero coltivo la mia passione per la tecnologia e i motori che risale a quando ero bambino.

luigi-marra has 240 posts and counting.See all posts by luigi-marra

  • piezio77

    Il mio 6p l’ho già venduto a 450…la qualità si deve pagare e tra poco online non si troverà più e chi vuole un vero e ultimo Nexus,ha solo il 6p

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: