NASA: Grazie a SpaceX non ha più bisogno della Russia

É passato un po’ di tempo da quando la NASA ha inviato un astronauta dalla terra verso le stelle, ma presto potrebbe diventare un evento abbastanza usuale. Oggi, l’agenzia ha annunciato di aver ordinato che una seconda flotta ISS sia inviata attraverso lo SpaceX di Elon Musk per permettere la rotazione del personale. Questo è il quarto volo che la NASA ha ordinato attraverso la sua Commercial Crew Transportation Capability, inoltre è anche un grande step che permette all’agenzia di eliminare il divario tra America e Russia riguardo la rotazione del personale.

Di norma tutti gli astronauti americani che dovevano andare verso l’ISS avevano bisogno di un passaggio della Roscosmos — e, ovviamente, ogni volo con l’agenzia russa costava alla NASA milioni di dollari. In contrasto, la Commercial Crew Program offre alla NASA molta più flessibilità. “Con i veicoli commerciali di Boeing e SpaceX, aggiungeremo preso un settimo membro alla squadra della stazione spaziale” ha detto Julie Robinson, scienziata capo della missione ISS.”Che aumenterà significativamente il tempo a disposizione della squadra per condurre la ricerca.”

SpaceX permette di eseguire l’ultima missione della NASA prevista dal programma Commercial Crew — ma non è ancora chiaro quando la capsula della Dragon crew capsule volerà. La prima missione del CCP è schedulata nel 2017 senza una data precisa, inoltre la NASA deve ancora annunciare se la missione sarà effettuata utilizzando mezzi Boeing o SpaceX. In ogni caso, sembra che la costa della Florida per i lanci spaziali sia rientrata nel business spaziale. Altri annunci ufficiali della NASA sono disponibili in questo link.

Via

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: