Intel ha quasi completato un modem 5G – TechnoBlitz.it

Intel ha quasi completato un modem 5G

Mentre diverse parti del mondo (tra le quali buona parte dell’Italia) stanno ancora aspettando l’arrivo di infrastrutture 4G, Intel sta già pubblicizzando un modem 5G in stato di sviluppo avanzato, il quale sarà pronto per essere provato entro la seconda metà del 2017. Questo modem è capace di raggiungere una velocità di download di 5Gbps. Una velocità impressionante, dato che un film da 50GB impiegherebbe 80 secondi per scaricarsi.

L’ambizioso progetto del colosso tecnologico però ha altro al suo interno. Nel video (link a fine pagina, in inglese) si parla di una nuova concezione della tecnologia dietro allo sviluppo del 5G. Secondo Intel, questa nuova tecnologia sarà il punto di partenza per un futuro “smart”. Grazie alla velocità di connessione offerta dal 5G, potremmo usufruire in maniera produttiva di automobili che si guidano da sole, smart cities, intelligenza artificiale e tutte le probabili innovazioni di cui si parla e che forse vedremo nei prossimi anni.

Intel: pronti al lancio di un nuovo modem 5G

TechnoBlitz.it Intel ha quasi completato un modem 5G
Un microtrasmettitore, uno dei componenti chiave del nuovo modem 5G di Intel.

Tornando al modem, parliamo delle caratteristiche. Per raggiungere tali velocità, questo modem sfrutta diverse tecnologie. Alcune di queste sono aggregazione delle bande, frequenza a bassissima latenza, MIMO e decodifica avanzata. Il sistema è pensato per funzionare con le reti 4G oggi esistenti e di integrarle con i nuovi network 5G. Il tipo di larghezza di banda e di latenza offerti dalla tecnologia 5G consentiranno di migliorare l’esperienza di utilizzo della rete. Ad esempio, il trasferimento di file sarà molto più veloce e si potrà sfruttare lo streaming in HD senza rallentamenti. Inoltre, permette a determinati smart devices e ai veicoli di reagire in tempi ristrettissimi.

C’è da dire però che alcuni operatori telefonici americani stanno già costruendo networks 5G. Verizon ha trasportato equipaggiamento per il 5G in dieci città, mentre AT&T utilizza una diversa versione di questo segnale per lo streaming del suo servizio DirecTV. T-Mobile pianifica di entrare nel mercato del 5G entro il 2020, tramite test preliminari che raggiungono velocità di 12Gbps. Per quanto riguarda il resto del mondo? In Corea (ovviamente del Sud), Samsung e Korea Telecom pensano di rendere disponibile la connettività 5G per le Olimpiadi Invernali del 2018. In Italia invece? Buio totale, ovviamente. Quando anche gli operatori più sprovveduti (come 3) saranno in grado di fornire una copertura decente su tutto il territorio nazionale, forse si potrà parlare di 5G.

Via

Simone Gobbi

Sono un ragazzo di 20 anni, la tecnologia è sempre stata la mia grande passione, e informare gli altri su di essa è sempre un piacere per me!