Google Assistant: pulsante condivisione screenshot su Nougat

Un nuovo aggiornamento per Google Assistant migliora l’aiutante di Google con il pulsante “Condividi Screenshot“. Esso permette agli utenti di catturare immagini dei loro display e condividerli con applicazioni di terze parti. Numerosi utenti hanno segnalato che hanno cominciato a vedere l’opzione martedì, durante l’esecuzione dell’ultima beta dell’assistente Google.

Google Assistant: il tasto per condividere screenshot

Il pulsante “Condividi Screenshot” appare alla destra dell’opzione “Feedback”. Toccando l’opzione viene attivata l’animazione standard dello screenshot seguito da un menu di sistema Android per condividere le immagini con un’altra applicazione. La funzione non supporta screenshot della propria schermata iniziale, ma può essere utilizzato solo per screenshot di informazioni visualizzate da un’altra applicazione.

Big G non ha ancora commentato questa nuova funzionalità che è disponibile nella versione beta 6.10 di Google Assistant, lanciata la settimana scorsa. La capacità di catturare screenshot senza dover premere una combinazione di tasti del dispositivo è stata molto apprezzata tra gli utenti di Google. Tuttavia, la sua interfaccia presenta ancora alcune carenze. La versione mobile ufficiale è attualmente solo ufficialmente disponibile su Google Pixel e Google Pixel XL, anche se è possibile installare questa versione su qualsiasi telefono con sistema operativo Android 7.0 Nougat.

Ci si aspetta di ricevere alcuni importanti aggiornamenti nei prossimi mesi, in quanto la società di Mountain View si sta preparando per la spedizione con dispositivi di terze parti, tra cui telefoni, televisori, e indossabili con sistema operativo Android 2.0.

Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.