Apple cambia e passa ai display OLED e AMOLED per i futuri iPhone

Stando alle ultime indiscrezioni, Apple starebbe pensando di lanciare tre nuovi iPhone nel 2017 in occasione del decimo anniversario con tre differenti dimensioni: 4,7 pollici, 5,5 pollici e 5,8 pollici.

Secondo rumors provenienti dall’oriente, Apple starebbe pensando di affidare la produzione dei display da 4.7 pollici e da 5.5 pollici a Sharp mentre i display degli iPhone da 5.8 pollici dovrebbero essere prodotti da Samsung.

iPhone da 4.7 e 5.5 pollici

Come anticipato precedentemente si tratterà di display OLED (Organic Light Emitting Diode) prodotti dalla casa nipponica recentemente acquisita da Foxconn. La loro realizzazione sarà ad opera della multinazionale taiwanese, grande produttrice di componenti elettrici ed elettronici per Amazon, Apple, Dell, HP, Microsoft, Motorola, Nintendo, Nokia (solo per il mercato cinese), Sony, BlackBerry e Xiaomi.

Il passaggio ai display OLED da parte di Apple pare sia legato alla garanzia di una maggiore luminosità e una maggiore profondità di colori dei nuovi display: ciò si tradurrebbe in immagine più vivide e realistiche rispetto alle attuali. Inoltre questi ultimi, caratteristica non da poco, consentono di realizzare schermi curvi o persino smartphone con display edge-to-edge.

iPhone da 5.8 pollici

La notizia arriva da fonti vicine alla catena di produzione di Apple in Taiean. Il display in questione dovrebbe essere AMOLED prodotto da Samsung appositamente per Apple e dovrebbe essere utilizzato esclusivamente per la versione 8 di iPhone. Il nuovo modello potrebbe proporre anche un’estetica edge-to-edge, ovvero con display che occuperebbe praticamente tutto lo spazio frontale. Tutto ciò però risulterebbe possibile solo eliminando il tasto home integrando tutte le sue principali funzionalità direttamente nello schermo come successo con lo Xiaomi Mi Mix.
Sarebbero previsti già da ora fino a 100 milioni di schermi AMOLED da installare sui nuovi iPhone

 

Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate!

Pubblicità