Pilota automatico di Tesla difettoso?

Piuttosto scoraggianti sono le nuove informazioni trapelate dalla Federal Highway Research Institute: secondo quanto detto da loro infatti il sistema di guida automatico della ormai “stra nota” Tesla Model S risulta  essere piuttosto pericoloso. Pericolo che va a focalizzarsi non solo sul guidatore o chiunque si trovi all’interno della vettura, ma anche a tutto ciò che gli sta attorno, come traffico o pedoni.

Senza sorprendere nessuno,in seguito, il CEO della tesla ha subito smentito il fatto, dicendo che i dati presi per quelle considerzioni non erano sotto prova scentifica. Non potevano risultare quindi attendibili. Successivamente ha “rincalato” la dose affermando che il loro sistema di guida automatici sono addirittura più efficaci di un guidatore umano.

Tesla controbatte dicendo che i loro sistemi hanno percorso più di 130 milioni di miglia prima di segnalare un incidente fatale. Questi dati in fatto di sicurezza riescono a battere di ben 30 milioni di miglia la guida umana, che registra un incidente ogni 100 milioni di miglia.

I dati che vanno contro la Tesla registrano un incidente avvenuto circa un mese fa: una Tesla con il pilota automatico inserito si è andata a schiantare contro un autobus. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito,ma l’incidente è bastato per far insospettire coloro che si occupano di testare questi sistemi di guida.

Altri problemi con questi sistemi sono legati rispettivamente alla velocità e al rispetto dei segnali stradali. Sembra infatti che le autovetture controllate da questi sistemi non facciano troppa attenzione ai cartelli che impongono di seguire una certa velocità o più per inciso che tipo di andatura bisogna tenere in un centro abitato per esempio.

Sebbene il suo nome dica  l’esatto contrario, il pilota automatico di Tesla non è pienamente autonomo e pare più un aiuto alla guida piuttosto che un vero e proprio pilota automatico. A questo proposito Tesla ha intenzione di  rilasciare scottanti informazioni a riguardo entro il 17 di Ottobre.

Noi non stiamo più nella pelle e non vediamo l’ora di scoprirle,e voi? Fateci sapere con un commento e non dimenticatevi di iscrivervi alla nostra newsletter.

Via

Iscriviti gratis alla newsletter:

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulle ultime notizie, recensioni e guide.




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: